Giovedì, 15 Aprile 2021 - 17:10 Comunicato 893

Servizi amministrativi e organici del Comune, scuola, minoranze linguistiche, economia, progetto Coliving: tanti i temi affrontati
Fugatti incontra il sindaco di Luserna: “Attenzione alle comunità di montagna”

Le prospettive di una comunità che vive in montagna, le infrastrutture, gli organici del Comune e i servizi amministrativi da preservare perché sono “un volano” per l’economia locale. Ancora la scuola, le attività per le famiglie, il progetto di Coliving avviato con Itea per attirare nuove energie nella località, senza dimenticare la tutela delle minoranze linguistiche e la trasmissione di lingua e cultura cimbra alle nuove generazioni. Tanti i temi - uniti dal filo conduttore dello sviluppo locale - che sono stati affrontati nell’incontro nella sede della Provincia autonoma di Trento tra il presidente Maurizio Fugatti, e il sindaco di Luserna, Gianni Nicolussi Zaiga. Il primo cittadino ha portato all’attenzione le questioni più rilevanti per l’amministrazione del Comune e i suoi residenti, mentre il presidente ha confermato l’attenzione della Giunta per la comunità degli Altipiani cimbri.

Nell’incontro si è parlato della necessità di garantire servizi di qualità, anche con il personale necessario allo scopo e superando le rigidità del modello delle gestioni associate.

“I piccoli Comuni, soprattutto nelle zone abitate dalle minoranze linguistiche come Luserna, sono il primo riferimento della propria comunità, il primo ente a cui si rivolge la popolazione per avere servizi che sono un volano per lo sviluppo locale – queste le parole di Nicolussi Zaiga -. Se un imprenditore vuole aprire un’attività e non trova risposte ad una pratica, c’è il rischio che si allontani. O più in generale che le persone nate a Luserna, in mancanza di servizi adeguati, se ne vadano altrove. Anche i piccoli Comuni devono avere dignità e autonomia”.

“L’amministrazione provinciale e la Giunta sono vicine alla comunità di Luserna e seguono con attenzione le questioni che riguardano la sua cittadinanza” ha precisato Fugatti. Tra le diverse priorità all’attenzione, il presidente si è soffermato sull’importanza dei servizi scolastici e delle attività estive offerti alle famiglie di Luserna.

Attenzione anche alle attività scolastiche in lingua cimbra per i bambini di Luserna, per preservare la trasmissione del patrimonio culturale degli Altipiani cimbri alle nuove generazioni.

Prosegue intanto il progetto Coliving, che ha visto l’insediamento dei nuclei familiari negli alloggi messi a disposizione da Itea, in un’iniziativa promossa dall’Agenzia provinciale per la famiglia, la natalità e le politiche giovanili. L’integrazione e la convivenza dei nuovi arrivati procede in modo positivo, ha precisato il sindaco.

Affrontati nell’incontro anche il tema dei servizi sanitari e della viabilità, con i collegamenti verso Luserna dalla Valsugana.

Immagini e riprese a cura dell’Ufficio Stampa

(sv)


Immagini