Mercoledì, 05 Maggio 2021 - 17:35 Comunicato 1070

Il presidente trentino appoggia la richiesta di altre Regioni: “A rischio la ripresa”
Fugatti: “Materie prime e appalti, azione coordinata contro l’aumento dei prezzi”

Anche il Trentino si associa alla richiesta presentata da altre Regione italiane per un’azione forte e condivisa, a livello nazionale, volta a contenere l’aumento dei prezzi delle materie prime negli appalti pubblici. In una lettera inviata al presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, Massimiliano Fedriga, agli altri colleghi governatori e quindi all’attenzione del governo, il presidente trentino Maurizio Fugatti fa propria la nota presentata sul tema della Regione Toscana. Anche la Provincia autonoma di Trento - così scrive Fugatti – “rappresenta l’esigenza di un’azione tempestiva, uniforme e coordinata a livello statale, per gestire l’attuale rilevante aumento dei costi delle materie prime nei cantieri di opere pubbliche e le conseguenti gravi difficoltà negli approvvigionamenti che ci vengono segnalate dagli operatori economici”.

Il governatore considera quanto segnalato anche a livello locale, ad esempio dalle associazioni di categoria dell’artigianato trentine, e che sta caratterizzando la ripresa delle costruzioni successiva all’emergenza Covid. Una fase che vede il ruolo trainante sia da parte degli investimenti per le opere pubbliche che degli incentivi per risparmio energetico e recupero edilizio.

L’intervento coordinato a livello nazionale è ritenuto dal presidente Fugatti fondamentale in un momento nel quale gli investimenti pubblici sono decisivi per la ripartenza, in Trentino come nel resto d’Italia. L’obiettivo è “scongiurare rallentamenti o, peggio, sospensioni - aggiunge Fugatti nella lettera - nella realizzazione degi investimenti pubblici, che in questo momento rappresentano un elemento sostanziale per la ripresa economica del Paese”.

(sv)


Immagini