Comunicato 328 Venerdì, 17 Febbraio 2017 - 12:35

Approvate oggi dalla Giunta, riguardano le aree disabilità e riabilitazione, materno infantile ed età evolutiva, salute mentale, dipendenze
Servizi socio-sanitari: le direttive 2017

Disabilità e riabilitazione, materno infantile ed età evolutiva, salute mentale, dipendenze: sono le quattro aree in cui sono organizzati i Servizi socio-sanitari in provincia di Trento, di cui oggi la Giunta ha approvato le direttive 2017 per l'Azienda sanitaria. Le direttive declinano gli indirizzi programmatici, i servizi e le prestazioni socio-sanitarie assicurate, le modalità di remunerazione delle prestazioni e i volumi di finanziamento, le modalità di rendicontazione, le procedure di accesso ai servizi e alle prestazioni.
"Sono diverse le novità introdotte - commenta l'assessore alla salute e politiche sociali Luca Zeni - che vanno nella direzione di rispondere a bisogni sempre più complessi attraverso un sistema socio-sanitario integrato e in rete, in grado di prendere in carico totalmente e in modo unitario il paziente. Per l'area della disabilità e riabilitazione, vorrei porre l'accento sulla proposta di avviare due nuove strutture: Casa Sebastiano, rivolta ad accogliere persone affette da disturbi dello spettro autistico, e un centro gestito da Anffas Trentino onlus presso Nuova Casa Serena, per bambini e ragazzi con disabilità profonda. Altro tassello importante - prosegue l'assessore Zeni - nell'area materno infantile, che fa seguito all'approvazione la scorsa primavera del Piano della fragilità dell'età evolutiva, riguarda l'attivazione del Servizio Multidisciplinare Adolescenza Complesse. A esso spetterà il compito di individuare strategie innovative sul delicato tema della salute mentale in età evolutiva. Infine nell'area della salute mentale si propone una maggiore uniformità sul territorio provinciale delle modalità di invio dei pazienti alle strutture socio-riabilitative per adulti".

Area della disabilità e riabilitazione
Strutture e soggetti di riferimento: Villa Maria, Casa Serena, Centro don Ziglio, Anffas - Paese di Oz, ATSM - Centro Franca Martini, AGSAT, IRIFOR, APSP Beato de Tschiderer.
Budget: la spesa massima è pari a 15.595.000 euro, di cui 12.000.000 per i 3 centri Villa Maria, Casa Serena, Centro don Ziglio,
Queste le principali novità:

  • per i tre centri residenziali per disabili (Casa Serena, Villa Maria e Centro don Ziglio) è stato introdotto l'obbligo di garantire mediante l'opera di un medico l'assistenza medico generica e il coordinamento sanitario, inoltre è stato definito il relativo parametro minimo per posti letto;
  • è stato inserito il nuovo centro Casa Sebastiano tra quelli socio riabitativi per i disturbi dello spettro autistico;
  • è stato inserito il nuovo centro diurno presso Casa Serena, gestito da Anffas Trentino, specifico per disabilità grave e profondo in età evolutiva (6-20), per il quale è iniziata, di concerto con l'Azienda sanitaria, la fase di analisi delle proposte e dei servizi che verranno offerti.

Area materno infantile ed età evolutiva
Strutture e soggetti di riferimento: consultorio Ucipem, APPM - Associazione provinciale per i minori onlus.
Budget: per l'anno 2017 il finanziamento è quantificato in 795.000 euro.
Queste le principali novità:

  • nel corso del 2016 è stata pianificata la funzione del Servizio Multidisciplinare Adolescenze Complesse - SMAC; si tratta di una delle prime azioni messe in atto dall'Azienda sanitaria per la gestione delle situazioni di adolescenti con importante criticità psico-sociale; la funzione SMAC è costituita da una équipe multidisciplinare che si attiva ed opera su tutto il territorio provinciale nelle situazioni più gravi e complesse. Essa sarà progressivamente implementata a partire dal 2017, mentre compito del Tavolo tecnico coordinato dal Dipartimento salute in collaborazione con il Servizio politiche sociali e composto da Apss, servizi sociali territoriali, comunità di accoglienza residenziale per minori, a individuare le strategie innnovative e le risposte riguardo la salute mentale in età evolutiva;
  • è previsto il potenziamento dei posti letto che passano da 7 a 9 della comunità socio-sanitaria per minori gestita da APPM onlus, per rispondere in modo adeguato ai crescenti bisogni in questo ambito.

Area della salute mentale
Strutture e soggetti di riferimento: Fondazione Opera San Camillo, Associazione Villa Argia, Cooperativa Girasole, Cooperativa Vales, Cooperativa Arcobaleno, Associazione Valle Aperta, Cooperativa Il Bucaneve, Cooperativa Oltre, Maso Zancanella - Comunità Terapeutica per la Cura dei Disturbi del Comportamento Alimentare.
Budget: pari a 3.969.648 euro.
Le principali novità riguardano le strutture socio-riabilitative per adulti:

  • viene stabilito che l'Apss garantisce un coordinamento generale fra gli operatori dei servizi sanitari e dei servizi sociali del territorio, anche al fine di pianificare gli inserimenti nelle strutture; per questo nel corso del 2017 è previsto l'avvio di una commissione tecnica composta da rappresentanti esperti delle cinque unità operative dell'area di psichiatria, delle strutture residenziali e di un rappresentante del servizio sociale;
  • si prevede anche per la struttura Valle Aperta la valutazione da parte dell'Unità valutativa multidisciplinare dell'Apss per il primo accesso, sia per i soggiorni bisettimanali che per i fine settimana;
  • si prevede per la struttura Maso Toffa, gestita dalla cooperativa sociale Oltre, l'apertura sperimentale del servizio residenziale anche nel fine settimana.

Area delle dipendenze
Strutture di riferimento: CAD Centro Antidroga, Voce Amica, CTS Centro Trentino di Solidarietà, Associazione trentina Nuovi Orizzonti, Associazione AMA (per gioco d'azzardo patologico).
Budget: per il 2017 si individua in 2.090.000 euro il limite di spesa massimo, ai quali si aggiungono 50.000 euro per il progetto GAP - Dipendenza da gioco patologico, coordinato dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari.
Queste le azioni per il 2017:

  • nell'ambito delle dipendenze nel corso dell'anno si proseguirà il confronto fra Apss e strutture residenziali per migliorare alcuni aspetti come l'appropriatezza degli interventi residenziali, una maggiore differenziazione dell'integrazione con i servizi sociali, l'individuazione di un sistema omogeneo di valutazione.
  • nell'ambito del gioco d'azzardo patologico viene assicurata dall'Apss la continuità nell'attività di presa in carico dei pazienti affetti da tale patologia, nonché nella realizzazione delle iniziative di prevenzione e promozione della salute condotte in ambito scolastico, nonché nella gestione della convenzione con AMA per il contrasto alla ludopatia; vengono inoltre implementate le iniziative di formazione per gestori, operatori sociali e sanitari, educatori, insegnanti, personale delle forze armate.

Immagini

(at)


Potrebbe interessarti

ATTUALITÀ E CRONACA , POLITICHE SOCIALI
Martedì, 23 Maggio 2017

Festival della Sostenibilità: verso una società più equa e più rispettosa dell'ambiente

Dal 22 maggio al 7 giugno 2017, l'Alleanza Italiana per lo Sviluppo sostenibile (ASviS) – realtà che riunisce attualmente oltre 160 tra le principali organizzazioni della società civile italiana - organizza il primo "Festival dello Sviluppo sostenibile", una manifestazione di...

Leggi
FAMIGLIA , POLITICHE SOCIALI
Giovedì, 18 Maggio 2017

Anziani? No, autentica risorsa per il Trentino

Venticinquemila iscritti, centoventi circoli e tanta voglia di fare comunità. Basterebbero questi tre dati per dare un'idea di cosa rappresenti in Trentino il Coordinamento dei circoli pensionati e anziani. Ma la fotografia più eloquente la si è potuta scattare stamani al palacongressi di...

Leggi
ATTUALITÀ E CRONACA , POLITICHE SOCIALI
Mercoledì, 10 Maggio 2017

31 profughi arrivati la scorsa notte a Trento

31 migranti sono arrivati la scorsa notte, verso le 2, all'hub di via al Desert a Trento. Anche il Trentino infatti è stato chiamato a fare la propria parte nell'accoglienza di alcuni fra i mille profughi recentemente tratti in salvo nel Mediterraneo e sbarcati ieri a Salerno. Gli operatori...

Leggi
Venerdì, 10 Aprile 2015

TreC Pollini: la nuova APP su pollini e allergia in Trentino

Elena Gottardini1, Stefano Forti2, Fabiana Cristofolini1, Antonella Cristofori1, Maria Cristina Viola1, Stefano Cavallari2 1 Centro Ricerca ed Innovazione – Fondazione Edmund Mach2 Gruppo di ricerca applicata eHealth – Fondazione Bruno Kessler

Leggi
Venerdì, 27 Febbraio 2015

La Provincia autonoma di Trento accetta la sfida e passa a Open Office!

A chi non è successo, almeno una volta, di ricevere un documento digitale sul proprio pc e di non riuscire a leggerlo? Probabilmente questo succede perché non abbiamo lo strumento/software in grado di aprirlo. Se la cosa ci fa arrabbiare, fermiamoci un attimo a riflettere su quello che...

Leggi
Giovedì, 20 Aprile 2017

Trentino Comunità n.14

Politiche di conciliazione famiglia-lavoro: firmato l'accordo volontario di area - Contributi per la riqualificazione energetica: attivo il nuovo bando - Frutticoltura, tre milioni per le strutture di conservazione - Spirale investe nello stabilimento di Cinte Tesino: 35 nuove assunzioni

Ascolta
Venerdì, 01 Aprile 2016

Trentino Comunità n.14

Euregio: nasce la scuola per formare amministratori a misura d'Europa - Approvato il "Piano della fragilità dell’età evolutiva" -  Provincia e Trenitalia: ufficializzato il nuovo contratto - Sull'altopiano di Piné, due giorni dedicati al piacere del camminare lungo il sentiero E5

Ascolta
Venerdì, 15 Gennaio 2016

Trentino Comunità n.3

In arrivo risorse per rafforzare il sistema duale e la formazione professionale - A22: firmato l’accordo per il rinnovo della concessione - Malgara: la Provincia in aiuto ai dipendenti che da mesi non percepiscono lo stipendio - Educa 2016: libertà e regole il tema della VII...

Ascolta