Comunicato 3255 Mercoledì, 30 Dicembre 2015 - 15:12

Approvati il Piano di informatizzazione delle procedure e le linee guida per valorizzare i dati pubblici
Pubblica amministrazione sempre più digitale

Due provvedimenti della Giunta provinciale avviano il riordino e il coordinamento dei temi della digitalizzazione delle procedure e degli open data nel contesto dell'agenda digitale provinciale. Sono stati infatti approvati oggi, su proposta del presidente Ugo Rossi, il Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di domande, dichiarazioni e segnalazioni rivolte all'amministrazione provinciale per l'anno 2016 e le linee guida per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico. Due nodi importanti nel cambiamento della pubblica amministrazione che mette al centro il cittadino e le imprese e concepisce se stessa come luogo di erogazione di servizi piuttosto che di gestione ed elaborazione di processi burocratici.

In questi mesi la Provincia sta definendo la cornice di coordinamento di molte azioni già avviate o realizzate negli ultimi anni in tema di eGovernment. L'intero processo di rivisitazione dei servizi deve superare la logica centrata sui procedimenti amministrativi tradizionalmente intesi per mettere invece al centro l'utente, al fine di semplificare l'accesso e la fruizione dei servizi, il rapporto con gli utenti ma anche di liberare le possibilità di sfruttamento di dati pubblici per la crescita economica.
Ogni azione di cambiamento tecnologico ed organizzativo oggi in corso nella pubblica amministrazione tende a semplificare anche digitalmente il rapporto fra la stessa e i cittadini, in una logica che valorizza il patrimonio informativo pubblico perché possano essere realizzati servizi on line semplici e innovativi per i cittadini e le imprese, ai quali devono essere adeguatamente garantiti i diritti di cittadinanza digitale.

Il piano di digitalizzazione delle procedure
Con il primo provvedimento adottato oggi dalla Giunta provinciale viene approvato il Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di domande, dichiarazioni e segnalazioni rivolte all'amministrazione provinciale per l'anno 2016. Il piano contiene:

  • l'elenco degli interventi già posti in essere dall'amministrazione provinciale per favorire l'automazione dei procedimenti, per consentire all'utente di trovare direttamente on line il maggior numero di informazioni e servizi e quindi per ridurre la distanza fra cittadino e amministrazione;
  • l'individuazione delle azioni e degli interventi che la Provincia intende porre in essere per favorire sempre più la compilazione on line di domande e dichiarazioni con procedure guidate accessibili tramite autenticazione digitale di cittadini e imprese;
  • i tempi di realizzazione delle singole misure/azioni;
  • la previsione della costituzione di un tavolo di lavoro interdisciplinare, con funzioni di coordinamento e monitoraggio dello stato di avanzamento delle iniziative, il rispetto della tempistica programmata, il raggiungimento degli obiettivi, l'effettiva ricaduta sull’utenza in termini di semplificazione e riduzione degli oneri.

Le linee guida per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico
Il secondo provvedimento aggiorna e sostituisce integralmente le linee guida in materia di diffusione e riutilizzo dei dati pubblici, approvate dalla Giunta in attuazione della legge provinciale 16/2012. La legge riconosce la centralità dei dati pubblici, la loro accessibilità completa e permanente, la sicurezza e trasparenza del loro trattamento, al fine di promuovere la società dell'informazione e dell'amministrazione digitale.
Dal 2012 il progetto Open Data, finalizzato alla diffusione e al riutilizzo dei dati pubblici nel sistema trentino, ha realizzato gli obiettivi inizialmente posti di avvio e messa a regime del processo di rilascio dei dati, anche in modalità federata – grazie alla collaborazione, tra gli altri, con il Consorzio dei Comuni Trentini, la Regione Trentino Alto-Adige, l’Azienda provinciale per i servizi sanitari. Nell’ultimo anno è stata inoltre avviata una collaborazione anche con la Provincia autonoma di Bolzano, che ha aperto recentemente un portale Open Data allineato alla piattaforma e alle soluzioni della piattaforma trentina (www.dati.trentino.it).
La normativa di settore negli anni successivi alle linee guida approvate nel 2012 si è evoluta, in particolare a seguito del recepimento a livello nazionale delle direttive europee sul tema, prevedendo altresì che l’apertura dei documenti e dei dati del settore pubblico per il riutilizzo degli stessi non sia più una mera facoltà, ma un obbligo. Si è reso quindi necessario aggiornare e arricchire le precedenti linee guida, recependo il nuovo contesto normativo, definendo uno specifico modello operativo e integrandole con i contributi pervenuti dal mondo della ricerca, dell’impresa e della pubblica amministrazione.

I numeri dell’amministrazione digitale:

  • circa 900 schede informative sui procedimenti amministrativi già pubblicate - dal 2014 - sul portale dedicato (www.procedimenti.provincia.tn.it), accessibili dalla sezione "come fare per" del sito istituzionale
  • oltre 3.200 moduli e fac-simili disponibili on line per avviare e gestire le pratiche di interesse, dei quali circa 2.900 standardizzati e certificati
  • 30 moduli interattivi compilabili e avviabili direttamente on line per avviare e gestire i relativi procedimenti, previa autenticazione sicura con CPS - tessera sanitaria
  • circa 127.000 carte provinciali dei servizi (CPS - tessere sanitarie) - su 520.000 distribuite alla popolazione trentina - "attivate" per l'accesso on line ai servizi
  • oltre 50.000 lettori per l'utilizzo della CPS e l'accesso ai servizi on line distribuiti gratuitamente ai nuclei familiari
  • accesso ai servizi online anche in mobilità, senza necessità di utilizzo di un pc appositamente configurato e del lettore, grazie a due nuove modalità: la Security Card (tabella di codici numerici che funziona come il token della banca; per accedere ai servizi è sufficiente inserire il proprio codice fiscale, la password personale e due numeri corrispondenti a due celle della tabella, indicate dal sistema) e la app One Time Password (applicazione per tablet o smartphone che, una volta installata e configurata, genera un codice temporaneo: il codice, combinato con il proprio codice fiscale e la password personale, consente l'accesso ai servizi)
  • circa 40 servizi on line disponibili (di Provincia, Comuni, Comunità, altre amministrazioni statali)
  • 30.000 accessi singoli ai servizi disponibili sul portale dei servizi (www.servizionline.trentino.it) nel primo semestre 2015
  • 90.000 accessi ai servizi di ambito sanitario (TREC: consultazione referti, stampa ricette farmaceutiche, aggiornamento diario della salute) nel primo semestre 2015.

Immagini

(at)


Potrebbe interessarti

Venerdì, 27 Febbraio 2015

La Provincia autonoma di Trento accetta la sfida e passa a Open Office!

A chi non è successo, almeno una volta, di ricevere un documento digitale sul proprio pc e di non riuscire a leggerlo? Probabilmente questo succede perché non abbiamo lo strumento/software in grado di aprirlo. Se la cosa ci fa arrabbiare, fermiamoci un attimo a riflettere su quello che...

Leggi
Giovedì, 20 Aprile 2017

Trentino Comunità n.14

Politiche di conciliazione famiglia-lavoro: firmato l'accordo volontario di area - Contributi per la riqualificazione energetica: attivo il nuovo bando - Frutticoltura, tre milioni per le strutture di conservazione - Spirale investe nello stabilimento di Cinte Tesino: 35 nuove assunzioni

Ascolta
Venerdì, 15 Gennaio 2016

Trentino Comunità n.3

In arrivo risorse per rafforzare il sistema duale e la formazione professionale - A22: firmato l’accordo per il rinnovo della concessione - Malgara: la Provincia in aiuto ai dipendenti che da mesi non percepiscono lo stipendio - Educa 2016: libertà e regole il tema della VII...

Ascolta
Venerdì, 02 Ottobre 2015

Trentino Comunità n.40

Più appalti e meno subappalti, grazie ad una riforma - Ex Anmil: ok alla demolizione, grazie alla nuova legge urbanistica - Sostegno alle nuove imprese: la Giunta approva criteri innovativi -Protezione civile: formazione comune per vigili del fuoco permanenti e volontari

Ascolta