Comunicato 2273 Domenica, 03 Settembre 2017 - 13:31

Rossi e Mellarini: un plauso ai tecnici ma anche grazie a volontari, amministrazione comunale e cittadini
Operazione riuscita a Mori per il primo intervento sul diedro pericoloso

Tre squilli di sirena, il botto e pochi secondi dopo 800 metri cubi di roccia terminano di costituire un pericolo. Si conclude con un'azione da manuale la prima parte dell'operazione di demolizione del diedro instabile a monte dell'abitato di Mori.
L'intervento - pianificato accuratamente durante le ultime settimane - è entrato nel vivo questa mattina alle 8, con l'apertura del Centro operativo comunale dove 85 tra professionisti e volontari hanno partecipato al brief propedeutico.
Subito dopo sono iniziate le procedure di evacuazione dei cittadini - circa 240 persone - residenti nell'area rossa, quella prospiciente il vallo tomo di contenimento.
Alle 11, dopo il controllo della zona di evacuazione, l'innesco di 150 chilogrammi di esplosivo. Nello specifico, sono stati usati 100 chilogrammi di dinamite e 50 chilogrammi di anfo, precedentemente posizionati in 50 fori scavati nella roccia e profondi 10 metri. La detonazione è avvenuta grazie a un'onda d'urto.

Soddisfatti per l'intervento, perfettamente riuscito, della Protezione civile del Trentino, il presidente della Provincia, Ugo Rossi e l'assessore provinciale Tiziano Mellarini hanno espresso anche il loro ringraziamento non solo ai tecnici e ai volontari che hanno pianificato e gestito l'operazione, ma anche all'amministrazione comunale ed ai cittadini che hanno collaborato con grande impegno per assicurare il massimo livello di sicurezza pubblica.

La demolizione di questa prima parte del diedro, confermano i tecnici, è riuscita perfettamente. Anche perché alcuni grossi massi sono stati trattenuti dal vallo tomo appositamente realizzato, "dettaglio - commenta l'assessore Mellarini - molto importante e che conferma la bontà della scelta adottata dopo un accurato studio della situazione della parete pericolante".

Alle attività hanno partecipato il Dipartimento Protezione civile, il Servizio Prevenzione rischi, il Nucleo APR del Corpo permanente dei Vigili del fuoco ed il Corpo forestale della Provincia autonoma di Trento, il Comune di Mori, 118 Trentino emergenza, l'Arma dei Carabinieri, l'Associazione Carabinieri in congedo, l'Unione distrettuale dei Vigili del fuoco volontari della Vallagarina. Sono intervenuti inoltre i Corpi dei Vigili del fuoco volontari di Mori, Ala, Villa Lagarina, Ronzo Chienis, Nogaredo, Besenello, Isera, Vallarsa, Pomarolo, Brentonico, gli Psicologi per i Popoli, la Croce rossa italiana del Trentino ed il Nucleo volontari Alpini (Nu.Vol.A.). 

L'operazione si è conclusa ufficialmente alle 12.30. Ora la seconda fase (la demolizione di altri 500 metri cubi di Roccia) in programma domenica 17 settembre.

Foto servizio e filmato a cura dell'Ufficio stampa 

Immagini

(gp)


Potrebbe interessarti

ATTUALITÀ E CRONACA
Martedì, 04 Ottobre 2016

Papa Francesco ad Amatrice

“Condividiamo con i ragazzi e con i genitori la gioia per questo momento nella speranza che il ritorno alla normalità possa essere il più rapido possibile”. Così il presidente della Provincia Ugo Rossi commenta la visita di Papa Francesco oggi ad Amatrice. “Non sono venuto prima per...

Leggi
ATTUALITÀ E CRONACA , PROTEZIONE CIVILE
Domenica, 04 Settembre 2016

Per la scuola di Amatrice altri due moduli in arrivo

Proseguono a ritmo serrato ad Amatrice i lavori della protezione civile e dei tecnici e volontari del Trentino per realizzare in tempo record una scuola provvisoria destinata ad ospitare gli studenti ed assicurare loro lo svolgimento per quanto più possibile "normale" del...

Leggi
PROTEZIONE CIVILE
Venerdì, 27 Febbraio 2015

La Provincia autonoma di Trento accetta la sfida e passa a Open Office!

A chi non è successo, almeno una volta, di ricevere un documento digitale sul proprio pc e di non riuscire a leggerlo? Probabilmente questo succede perché non abbiamo lo strumento/software in grado di aprirlo. Se la cosa ci fa arrabbiare, fermiamoci un attimo a riflettere su quello che...

Leggi
Mercoledì, 20 Settembre 2017

Trentino Comunità n.36

Spazio Argento: in arrivo la riforma dell’assistenza agli anziani - Fondo strategico territoriale: via libera ai progetti della Valle dei Laghi - Conto alla rovescia per la notte dei ricercatori - Grandine, con l’app MeteoFEM si partecipa al monitoraggio  - Terzo Meeting dei...

Ascolta
Giovedì, 14 Settembre 2017

Trentino Comunità n.35

Fondo strategico territoriale: via libera ai progetti della Val d'Adige - Aeroporto Caproni: approvato il progetto di fusione con Trentino Trasporti spa - E' suonata la campanella per gli oltre 70.000 studenti delle scuole trentine - Inaugurato l'Aqualido Ronzone - Più sicurezza per i...

Ascolta
Venerdì, 01 Settembre 2017

Trentino Comunità n.33

Riapre al pubblico la forra di Ponte Alto - Dieci anni di CIMeC a Rovereto: Piero Angela ospite a ottobre - Lavoro: iscrizioni ai "gruppi di sostegno attivo alla ricollocazione" - 3,5 milioni ai comuni: per compensare il minor gettito Imis

Ascolta