Comunicato 243 Attualità Famiglia Lavoro Mobilità Sociale

Martedì, 16 Febbraio 2016 - 11:33

Il 18 febbraio è in programma la Giornata dedicata al “Lavoro agile” nelle aziende e nelle pubbliche amministrazioni
Lavorare bene per lavorare meglio e… di più

“La società contemporanea è liquida”, teorizza il sociologo Zygmunt Bauman, protagonista - tra l’altro - di un intervento storico al Festival dell’Economia di Trento di qualche anno fa. Ebbene se la liquidità fa oramai parte della nostra quotidianità, la stessa liquidità può permeare i modelli organizzativi della nostra società. E proprio su questo assunto si muove la Giornata del lavoro agile che in Italia e, anche, in Trentino è fissata per giovedì prossimo, 18 febbraio 2016. Promossa dal Comune di Milano, la Giornata vede l’adesione della Provincia autonoma di Trento, tra le prime amministrazioni in Italia a sostenere - ed attuare, grazie a TelePat - la qualità del lavoro.

“Lavoro agile” è infatti - come sottolineano i responsabili del Dipartimento organizzazione del personale della Provincia - una modalità di lavoro che non richiede una postazione fissa in ufficio e consente ai dipendenti di svolgere i propri compiti ovunque: “E’ una modalità che soddisfa chi lavora e rende le imprese più competitive”. 

La Provincia autonoma di Trento ha aderito alla Giornata del lavoro agile con le seguenti iniziative: oggi si è svolto un seminario per i dirigenti della pubblica amministrazione trentina, degli enti e delle società strumentali con gli esperti dell’Osservatorio Smart Working del Politecnico di Milano; sono poi previste due giornate formative (23 e 24 febbraio 2016) per i direttori della Provincia sul nuovo accordo “TelePat 2.0” del dicembre scorso e dedicato al telelavoro, considerato in Trentino una misura organizzativa più che di welfare. Inoltre, in occasione della Giornata del lavoro agile (18 febbraio), è prevista un'attività di sensibilizzazione all’iniziativa da parte dell’Agenzia per la Famiglia, la natalità e le politiche giovanili nei confronti di tutte le organizzazioni che hanno aderito ai percorsi di certificazione Family friendly. Inoltre, per dimostrare che il telelavoro, se gestito e compreso non limita la pubblica amministrazione, ma è un'opportunità, il presidente della Provincia autonoma di Trento, Ugo Rossi, ha chiesto ai dirigenti e direttori di favorire giovedì prossimo il lavoro a distanza del personale già coinvolto nel progetto TelePat.

Attualmente in Provincia sono 238 le persone che lavorano in modalità di telelavoro strutturato (130 a domicilio e 108 in telecentri) e 33 i responsabili che svolgono la propria attività anche con il telelavoro mobile. Prossimamente è previsto un bando per 300 nuove postazioni domiciliari e presso telecentri, oltre all’avvio della sperimentazione di circa 50 postazioni di mart working a costo zero per la Provincia ed altrettante nuove postazioni di lavoro mobile per dirigenti e direttori.

Alla Giornata del lavoro agile 2016 aderiscono in tutta Italia aziende private, enti pubblici e studi professionali. L’elenco dell’edizione 2016 comprende, oltre alla Provincia autonoma di Trento, anche il Comune di Milano (promotore), i Comuni di Genova e Città di Torino, l’Università degli Studi di Ferrara, multinazionali come Nestlè, Philips, Tre, Volvo, L’Oreal e Tim, la Banca Popolare di Milano, Legambiente, Adecco, Politecnico di Milano, ed altre circa 150 tra aziende ed enti.

Le edizioni 2014 e 2015 hanno dimostrato - conti alla mano - che i dipendenti delle aziende ed enti aderenti hanno risparmiato in media 2 ore in un solo giorno. In una sola giornata di lavoro agile sono stati evitati circa 150 mila chilometri nel 2014 e 170 mila chilometri nel 2015, altrimenti percorsi con mezzi a motore privati o pubblici. “Tutto questo - sottolineano ancora i promotori - va a vantaggio dell’ambiente e della qualità della vita dei dipendenti, oltre al miglioramento della competitività delle imprese”. Si perché lavoro agile significa - in sintesi - lavorare bene per lavorare meglio e… di più.



Potrebbe interessarti

Il cardinale Bagnasco al Festival della famiglia - Il 30° Rapporto sull’occupazione in Trentino - Celebrata Santa Barbara, patrona dei vigili del Fuoco - I forestali sulle piste in sei aree del territorio provinciale - Al via la stagione dello sci ma...

Trentino 2020: un territorio sempre connesso - All’opera i primi lavoratori ex Whirlpool assunti da “Vetri speciali” - Inaugurata la circonvallazione di Rovereto in località “Ai Fiori” - Presentato il pacchetto agricoltura 2016: in gennaio i primi...

I 25 anni del “Progettone” - Il quadro dell'offerta scolastica ed educativa provinciale - Terremoto del 2012: un accordo di collaborazione con il comune di Novi di Modena - "Lezioni di storia": ci si sposta a Rovereto