Martedì, 17 Maggio 2022 - 17:58 Comunicato 1393

La firma del documento con l'assessore Segnana e Pedrotti (Opi). Un tavolo di lavoro per le professioni sanitarie tra gli obiettivi: “Per la crescita degli operatori e della sanità trentina”
L’assistenza infermieristica nel sistema trentino, “l’alleanza” tra l’Ordine e la Provincia

“Un importante occasione per valorizzare la professione infermieristica nel percorso di crescita della sanità trentina, sostenendo le dotazioni infermieristiche nei vari ambiti di cura – ospedale, territorio, Rsa –, assieme alla crescita professionale, all’accrescimento delle competenze, all’accesso alla formazione universitaria e molti altri elementi utili. A partire dall’avvio di un tavolo di lavoro per affrontare le priorità della categoria, realizzando in concreto quanto già condiviso nei precedenti incontri tra l’assessorato provinciale alla salute, l’Azienda sanitaria e l’Ordine professionale. L’obiettivo generale è quindi consolidare il fondamentale supporto delle professioni infermieristiche in una sanità sempre più territoriale e capace di rispondere all’evoluzione costante dei bisogni di salute dei cittadini trentini”. Così l’assessore provinciale alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia, Stefania Segnana, definisce il documento di programma firmato oggi dallo stesso assessore, in rappresentanza della Provincia autonoma di Trento, e da Daniel Pedrotti, presidente dell’Ordine delle professioni infermieristiche. “L’assistenza infermieristica nel sistema trentino” è la denominazione dell’accordo siglato nella sede di Opi a Trento alla presenza anche della direttrice Franca Bellotti (Ufficio formazione e sviluppo delle risorse umane).
“Quest’alleanza - ha aggiunto Segnana - ci permette di lavorare assieme per il giusto riconoscimento della categoria affrontando le sfide attuali, dalla carenza di professionisti alla ripartenza dal Covid”.
Nella sede di Opi a Trento siglato l’ accordo tra l’Ordine e la Provincia su “L’assistenza infermieristica nel sistema trentino” (al centro Daniel Pedrotti presidente dell’Ordine delle professioni infermieristiche e Stefania Segnana assessore provinciale alla salute famiglia e politiche sociali)

Trova così veste ufficiale il frutto del confronto tra l’assessore Segnana, Apss e i vertici dell’Ordine professionale, che comprende la costituzione del tavolo di lavoro dedicato all’assistenza infermieristica nel sistema sanitario Trentino.

Con la firma, Provincia e Opi prendono i seguenti impegni:

1) pongono particolare attenzione alla professione infermieristica, individuando azioni di valorizzazione della stessa negli atti di programmazione e di organizzazione, anche al fine di rendere maggiormente attrattiva la professione in ogni ambito di competenza;

2) condividono di sostenere le dotazioni infermieristiche nei vari setting di cura, anche per far fronte all’evoluzione dei bisogni di salute dei cittadini e per introdurre nuovi modelli professionali grazie all’avanzamento delle competenze e dell’autonomia degli infermieri;

3) investono nella formazione universitaria e continua per mantenere standard formativi di qualità e per sviluppare le competenze del professionista nei vari ambiti di interesse (ospedale-territorio-RSA), potenziando, in coerenza con il fabbisogno, il numero degli studenti al corso di laurea in infermieristica, nonché proseguendo nella realizzazione di corsi universitari post-lauream (laurea magistrale, master, corsi di perfezionamento, altro) e di formazione continua con particolare riferimento alla presa in carico nelle situazioni di cronicità e fragilità crescente;

4) condividono di costituire presso l’assessorato un tavolo di lavoro che potrà essere integrato, in relazione alle tematiche affrontate, anche da referenti di altri Ordini professionali e di altri enti/soggetti, finalizzato a:

‐ definire progetti di valorizzazione delle competenze della professione infermieristica nelle aree della clinica, della formazione e dell’organizzazione; i progetti dovranno inoltre valorizzare un approccio interprofessionale;
‐ proporre sperimentazioni di modelli professionali e organizzativi innovativi con particolare riferimento al territorio ed alle strutture sociosanitarie;
‐ sostenere e attivare, nei confronti della cittadinanza, iniziative di promozione della professione infermieristica, al fine di valorizzarne l’immagine sociale e aumentare il numero di studenti che decidono di intraprendere la professione di infermiere, anche nelle aree periferiche della nostra Provincia.

(sv)


Immagini