Comunicato 270 Governo (politica) e pubblica amministrazione

Venerdì, 19 Febbraio 2016 - 18:05

Giustizia: Rossi incontra la nuova presidente della Corte d’Appello di Trento Gloria Servetti

“Tutte le istituzioni locali sono impegnate ad implementare il buon funzionamento della giustizia, che rappresenta anche un fattore di competitività per il nostro territorio”. Così il presidente della Regione e della Provincia autonoma di Trento Ugo Rossi che nel pomeriggio ha incontrato Gloria Servetti, dal 3 febbraio nuovo presidente della Corte d’Appello di Trento. Una visita di cortesia, finalizzata ad instaurare una reciproca conoscenza che possa rafforzare la già ottima collaborazione esistente fra istituzioni politiche e giudiziarie.

Il presidente Rossi, accompagnato dall’avvocato Nicolò Pedrazzoli responsabile dell’Avvocatura della Provincia, ha illustrato la peculiare situazione del sistema autonomistico anche nel campo dell’amministrazione della Giustizia, ricordando la fitta collaborazione intercorsa negli ultimi anni fra la Corte d’Appello la Regione e la Provincia. “Quando le diverse istituzioni, nel rispetto della proprie competenze – ha detto Rossi – si impegnano a dialogare e cooperare fra di loro, possono contribuire a migliorare i servizi offerti ai cittadini. Al centro del colloquio anche la norma di attuazione in materia di personale amministrativo della giustizia, in discussione presso la speciale commissione dei 12. “La norma vuole essere – ha detto Rossi – un semplice contributo al funzionamento della giustizia, garantendo, ovviamente, la piena autonomia della funzione giurisdizionale”.
Gloria Servetti, 61 anni, da 36 in magistratura, è la prima donna a ricoprire, a Trento, il ruolo di presidente della Corte d’Appello. Nata a Bologna, ma vissuta a Milano, è un’esperta in diritto di famiglia. Dal 1997 Consigliere in Corte d’Appello a Milano, sempre con funzioni civili. Nel luglio 2008 applicata al Tribunale di Milano, Sezione IX Civile, con una delega per il coordinamento e la predisposizione di un nuovo progetto organizzativo.



Potrebbe interessarti