Mercoledì, 09 Giugno 2021 - 14:53 Comunicato 1490

Quattro appuntamenti a partire da mercoledì 16 giugno per definire gli ambiti di intervento provinciale dei fondi europei per il periodo 2021-2027
Fondi strutturali, parte il confronto partenariale sulla politica di coesione

Iniziano mercoledì 16 giugno gli approfondimenti sulla politica di coesione organizzati dalla Provincia autonoma di Trento per l'elaborazione dei programmi dei fondi strutturali per il periodo 2021-2027. Il FESR - Fondo Europeo di Sviluppo Regionale - e il FSE plus - Fondo Sociale Europeo plus - finanziano investimenti materiali ed immateriali per la crescita e lo sviluppo dei territori in settori chiave come la ricerca, l’innovazione e la competitività delle imprese, l’ambiente, l’efficienza energetica e la prevenzione del rischio, l’istruzione e la formazione, l’occupazione e l’inclusione sociale.

Il confronto promuove il partenariato locale nella fase di impostazione delle strategie e delle priorità di intervento dei fondi, garantendo un processo partecipativo ampio. Rappresentanti di istituzioni pubbliche, parti sociali ed economiche e della società civile, sono stati invitati a dare il loro contributo al fine di focalizzare in modo puntuale i fabbisogni del territorio e valorizzare al massimo l’impatto dei fondi.
Gli incontri sono quattro. Il primo si tiene mercoledì 16 giugno con il titolo “Politica di coesione 2021-2027” e vedrà la partecipazione del presidente della Provincia autonoma, Maurizio Fugatti, dell’assessore allo sviluppo economico, ricerca e lavoro, Achille Spinelli e del direttore generale della Provincia, Paolo Nicoletti.
L’appuntamento successivo è previsto per il 23 giugno in cui si parlerà di “Un Trentino più intelligente e competitivo”, poi il 28 giugno sarà la volta di “Un Trentino più verde”, e il 7 luglio di “Un Trentino più sociale e inclusivo”.
Al termine del percorso la Provincia Autonoma di Trento sarà chiamata a presentare, in via preliminare, la proposta di programmi alle istituzioni europee per avere un primo parere sulla coerenza della strategia provinciale sugli obiettivi fissati da Bruxelles. La giunta provinciale affinerà i due Programmi operativi, uno per il Fondo Sociale Europeo Plus e uno per il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale per poi presentarli ufficialmente a Bruxelles per l’approvazione definitiva in autunno.

(ac)


Immagini