Venerdì, 25 Marzo 2022 - 08:48 Comunicato 789

Presentato il quinto aggiornamento del piano. Il vicepresidente Tonina: dai giovani stimoli e idee importanti sui temi dell'ambiente
Ciclo dei rifiuti, il vicepresidente incontra l'università e gli studenti universitari

Un confronto in Università tra la Provincia, una delegazione di studenti, i rappresentanti del Senato accademico e componenti del Consiglio degli studenti per parlare delle politiche di gestione del ciclo dei rifiuti in Trentino e delle future scelte che la Provincia autonoma di Trento dovrà prendere entro fine anno. A illustrare lo stato dell'arte della situazione dei rifiuti in Trentino il vicepresidente della Provincia autonoma Mario Tonina, assieme a Enrico Menapace, direttore dell'Agenzia provinciale per la protezione dell'ambiente, alcuni dirigenti dell'Appa e al dirigente generale del Dipartimento ambiente e territorio Roberto Andreatta.
La gestione del ciclo dei rifiuti in Trentino (un momento dell'incontro del vicepresidente Tonina , primo da sx, con gli studenti dell'Ateneo) [ Archivio Ufficio stampa PAT]

Presenti per l'Ateneo Marco Tubino - professore del DICAM e coordinatore del tavolo di coordinamento del protocollo d'intesa UniCittà, il professor Marco Ragazzi del DICAM, Delegato del Rettore alla Sostenibilità ambientale, la dottoressa Mara Sartori, responsabile Supporto Relazioni Istituzionali a Rettorato, Presidenza Cda e Direzione Generale, referente di UniCittà, oltre ai rappresentanti degli studenti universitari. Al confronto hanno partecipato infatti Edoardo Giudici - Presidente Consiglio degli Studenti, Federico Amalfa - Componente Consiglio degli Studenti, Francesca Grassi - Rappresentante degli studenti nel Senato Accademico Integrato, Giorgia Lombardi - Delegata del Rettore ai Servizi e relazioni con gli studenti, Fiorella Bredariol - Componente Consiglio degli Studenti e componente del tavolo di coordinamento UniCittà, Micaela Ruvolo - Componente Consiglio degli Studenti e  Edoardo Meneghini - ex  Presidente Consiglio degli Studenti e attuale componente del cda dell'Opera universitaria.

Il vicepresidente Tonina ha ricordato che "la situazione attuale, con le discariche che stanno completando il loro ciclo, impone di prendere delle decisioni in merito alla gestione del rifiuto indifferenziato". La scelta tra le opzioni in campo, che contemplano anche il termovalorizzatore oppure l'impianto senza combustione con gassificazione dei rifiuti e recupero di materie prime, riguarda con forza le giovani generazioni. "Le decisioni che prenderemo avranno un impatto sulla vita di voi giovani, che sui temi ambientali dimostrate sensibilità e maturità - ha sottolineato il vicepresidente Tonina - e capacità di proporre idee e azioni che possono incidere in maniera positiva per trovare soluzioni al problema".

(ac)


Immagini