Giovedì, 25 Novembre 2021 - 16:37 Comunicato 3364

Presentati oggi i risultati. Il vicepresidente Tonina: la Provincia autonoma crede nella sostenibilità
BrennerLec, progetto che concilia ambiente e sviluppo

Per BrennerLec è tempo di bilanci e, dati gli ottimi risultati raggiunti durante la sperimentazione, di immaginare come e dove replicare il modello per permettere a chi viaggia di arrivare prima inquinando meno. Di questo si è parlato stamani in occasione della Conferenza Finale del progetto BrennerLec “Guidare attraverso le Alpi con rispetto”, che oltre ad Autostrada del Brennero, ha visto protagonisti i partner del progetto: le Agenzie per la Protezione dell’Ambiente delle Provincie di Trento e Bolzano, l’Università di Trento, NOI TechPark Südtirol/Alto Adige e CISMA srl. Presenti Diego Cattoni, Amministratore Delegato di Autostrada del Brennero e Presidente di Aiscat (Associazione italiana società concessionarie autostrade e trafori), il Direttore Tecnico generale di Autostrada del Brennero, Carlo Costa, e il Presidente Hartmann Reichhalter. I risultati del progetto mostrano che si è ridotto l'inquinamento atmosferico e acustico e si sono migliorate le performance dell'autostrada.
Conferenza del progetto BrennerLec (Mario Tonina vicepresidente della Giunta provinciale assessore all’ambiente urbanistica e cooperazione) [ Archivio Ufficio stampa PAT]

"Il progetto BrennerLec dimostra che si possono conciliare il rispetto e la tutela dell'ambiente con lo sviluppo economico. Sono azioni concrete come queste che rendono concreti gli obiettivi di sostenibilità in ambiti come la mobilità e l'economia nel suo complesso. La Provincia autonoma crede fortemente in progetti di questo tipo come dimostra il patto siglato nell'ambito della Strategia per lo sviluppo sostenibile. E in prospettiva ci saranno ancora maggiori opportunità da cogliere grazie al PNRR e alle risorse messe in campo sul fronte della transizione ecologica. Risorse che la Provincia autonoma intende cogliere per trasformarli in progetti concreti di sostenibilità e rendere il Trentino più forte economicamente e allo stesso tempo capace di tutelare il clima e l'ambiente" commenta il vicepresidente e assessore all'ambiente Mario Tonina.  

(ac)


Immagini