Venerdì, 26 Marzo 2021 - 12:38 Comunicato 715

Decisione della Giunta su proposta del presidente Fugatti
Approvato il Piano per la prevenzione della corruzione e per la trasparenza 2021-2023

Approvato oggi dalla Giunta provinciale, su proposta del presidente Maurizio Fugatti, il Piano per la prevenzione della corruzione e per la trasparenza 2021-2023. L'obiettivo è affinare ulteriormente gli strumenti già esistenti per assicurare al Trentino la presenza di una pubblica amministrazione solida, affidabile e integra anche sotto il profilo della legittimità complessiva. "Nella nostra provincia - sottolinea il presidente Fugatti - la pubblica amministrazione é sana ed efficiente, e si cala in un contesto fortunatamente libero da diffusi fenomeni criminosi. Tuttavia, siamo convinti che migliorare sia sempre possibile, anche nella consapevolezza che la buona governance, unita ad un diffuso clima di legalità, siano fattori importanti per accrescere l'attrattività e la competitività del territorio. Stiamo lavorando perciò nella direzione di rendere il rapporto fra cittadino e istituzioni ancora più fluido, trasparente e soddisfacente. Riguardo al contesto generale siamo consapevoli che non bisogna allentare l’attenzione sui temi legati alla sicurezza e relativamente ai segnali che possono arrivarci sia dalla società civile che dalle Forze dell’ordine, che colgo l’occasione per ringraziare ancora una volta per il loro prezioso lavoro.”

Il precedente Piano per la prevenzione della corruzione e per la trasparenza, a causa dell’emergenza da Covid-2019, c’era quest’anno, era stato prorogato fino al 31 marzo, rispetto al termine ordinariamente fissato a fine gennaio. Il nuovo documento è stato preventivamente pubblicato in consultazione sul sito istituzionale, al fine di acquisire le eventuali proposte e osservazioni dei portatori di interesse.

Particolare rilievo è dato ai processi organizzativi mappati nel corso del 2020 dalle strutture provinciali: il responsabile anticorruzione della Provincia sottolinea la necessità di un'analisi del rischio corruttivo e di mala gestione in generale che sia quanto più possibile adeguata alla situazione reale, affinché le strategie anticorruzione siano realmente efficaci. Analoga attenzione é dedicata ai meccanismi di rotazione del personale interno, per garantire imparzialità e buon andamento delle attività amministrative.

Sul versante della trasparenza prosegue l’obiettivo di un potenziamento del “Portale Amministrazione Trasparente”, per migliorarlo ulteriormente soprattutto ai fini della fruibilità del cittadino.

Una rilevante novità riguarda il processo che la Provincia ha attivato per il conseguimento della certificazione del proprio sistema di prevenzione della corruzione in base allo standard della norma UNI ISO 37001:201. La norma richiede il potenziamento dei meccanismi di prevenzione e quindi l’introduzione di ulteriori strategie rispetto a quelle previste dalla normativa nazionale. L’obiettivo è quello di promuovere anche per questa via una ancor maggiore competitività ed attrattività del nostro territorio.

(mp)


Immagini