Mercoledì, 27 Giugno 2018 - 19:29 Comunicato 1594

Incontro oggi a Roma con Centinaio, chiesta l'autonomia nella gestione di lupi e orsi: anche Veneto e Toscana alleati di Trentino e Alto Adige
Agricoltura e grandi carnivori: il documento delle Regioni al ministro

Dalla Commissione Politiche agricole è stato licenziato oggi pomeriggio il documento delle Regioni e Province autonome, sottoscritto dagli assessori regionali all'agricoltura e che sarà sottoposto ora al ministro all'Agricoltura Centinaio, sui temi della nuova PAC 2021-2027, gestione della fauna selvatica e relativi danni, norme sull'etichettatura dei prodotti agroalimentari, direttiva Nitrati, emergenza fitopatie e sviluppo dei Distretti BIO. "L'incontro che abbiamo avuto nel pomeriggio con il ministro - commenta da Roma l'assessore Michele Dallapiccola - ha permesso alla Commissione di trasferire allo stesso ministro le preoccupazioni delle Regioni rispetto a tali temi. Come Provincia autonoma di Trento, ma rappresentando anche la Provincia autonoma di Bolzano, abbiamo evidenziato al neo ministro anche la necessità urgente di codifica del regolamento sui Prodotti di Montagna".

Fra i temi messi sul tappeto alla Conferenza delle Regioni spicca naturalmente, accanto alla urgente riforma di AGEA (ci sono pagamenti bloccati dal 2005) e ai tagli per l'agricoltura annunciati dalla UE, quello relativo alla presenza dei grandi carnivori sul nostro territorio, ma più in generale la gestione di tali popolazioni e i danni arrecati all'agricoltura dagli animali selvatici. Tema, questo, che tutti gli assessori regionali hanno indicato come una questione di carattere nazionale. I danni provocati da storni, nutrie, cinghiali, ungulati e carnivori hanno accomunato le preoccupazioni dei rappresentanti delle Regioni.  

"Pur comprendendo che la materia ha un fondamentale interlocutore nel ministero dell'ambiente, ciò che ci siamo premurati di raccomandare - spiega l'assessore Dallapiccola - è di provare a gestire con il ministro all'Ambiente, un forte momento di raccordo al fine di garantire la preservazione dell'alpicoltura, così come sta chiedendo con forza la Giunta provinciale anche attraverso una specifica norma di attuazione e, più recentemente, con una apposita normativa provinciale". Il Trentino, per altro, non è solo a sostenere tale richiesta: anche la Regione Toscana, assieme a Veneto e alla Provincia di Bolzano, chiede al governo nazionale la delega alla gestione degli animali selvatici, lupi e orsi in primis.    

(cz)


Immagini