Lunedì, 18 Febbraio 2019 - 16:17 Comunicato 319

Sei incontri informali tra febbraio e maggio al MUSE Cafè in cui il pubblico potrà dialogare intorno a temi di attualità scientifica con i ricercatori
Ritorna “Scienza a ore sei”: aperitivi e chiacchiere tra ricercatori e cittadini

Dopo l’ottimo successo dell’anno scorso, da mercoledì 20 febbraio ritorna alla caffetteria del MUSE “Scienza a ore sei”, la serie di aperitivi scientifici che vede protagonisti i ricercatori di Università di Trento, MUSE, Fondazione Edmund Mach e Fondazione Bruno Kessler, con il coordinamento della Provincia Autonoma di Trento. Anche quest’anno l’iniziativa è organizzata dai quattro ricercatori post-doc vincitori del bando provinciale “I comunicatori STAR della scienza”. I sei appuntamenti in programma si terranno tra febbraio e maggio, sempre con inizio alle ore 18.

Lo spirito dell’iniziativa rimane invariato rispetto alla scorsa edizione: rispondere alla curiosità e alle domande dai cittadini e allo stesso tempo offrire uno spazio di discussione “orizzontale” tra cittadini e ricercatori, che superi il classico schema da “conferenza” in cui tipicamente il relatore fa una presentazione per poi rispondere alle domande del pubblico. A sottolineare il carattere informale e rilassato dell’iniziativa, a tutti i partecipanti sarà offerto anche un aperitivo da consumare durante l’incontro.
I temi affrontati ruoteranno attorno ad argomenti di forte attualità e interesse, in alcuni casi anche con ricadute tangibili sulla quotidianità dei cittadini.
Si comincia mercoledì 20 febbraio con “Che spazio sarà?”, sul tema del futuro dell’esplorazione del cosmo (con un occhio anche alle applicazioni utili sulla Terra), che vedrà protagonisti Roberto Iuppa dell’Università di Trento e Pierluigi Bellutti di FBK.
Si prosegue il 13 marzo con Massimiliano Sala dell’Università di Trento e Silvio Ranise di FBK, che parleranno di blockchain e del futuro delle transazioni, mentre il 27 marzo si darà spazio a microbiota, alimentazione e salute con Francesca Fava della Fondazione Mach e Nicola Segata dell’Università.
Il 10 aprile l’attenzione si sposterà invece su polline e allergie, con Antonella Cristofori ed Elena Gottardini della FEM, Serena Dorigotti del MUSE e la partecipazione del medico Romano Nardelli, direttore del reparto di pneumologia dell’Ospedale di Arco. Il 6 maggio Debora Tonelli di FBK e Ester Gallo dell’Università di Trento discuteranno di religione e migrazioni oggi, tra conflitti e cambiamenti. Infine l’ultimo appuntamento del 13 maggio sarà dedicato agli effetti prodotti dalle sostanze stupefacenti sul cervello, con Yuri Bozzi dell’Università di Trento e Andrea Bianchi del MUSE.
L’ingresso è libero. Ulteriori informazioni sono disponibili alla pagina: https://ricercapubblica.provincia.tn.it/scienzaoresei

(us)


Immagini