Comunicato 2356 Lunedì, 11 Settembre 2017 - 17:19

Dallapiccola agli studenti: “In questo meraviglioso Trentino le opportunità non mancano”
Prima campanella alla Fondazione Mach di S. Michele all'Adige

E' un messaggio carico di ottimismo quello che oggi l'assessore provinciale all'agricoltura, Michele Dallapiccola, ha lanciato agli studenti della Fondazione Edmund Mach in occasione della cerimonia di inizio anno scolastico. "Il Trentino - ha evidenziato - è carico di opportunità”. Accanto a lui il presidente Andrea Segrè, che ha esortato i ragazzi a “pensare locale e ad agire globale”.

“In un mondo difficile oggi, quello agricolo, ma ricco di opportunità, i giardinieri di questo territorio, ovvero i contadini, sono in grado grazie a questo istituto che li forma di competere col resto del mondo” ha sottolineato l'assessore Michele Dallapiccola. E' seguito poi un invito alla valorizzazione dell'agroalimentare trentino: “Sono quasi sei milioni i turisti che visitano ogni anno il nostro territorio: si tratta innanzi tutto dei nostri primi clienti. Insieme a loro ci sono i trentini. Mi auguro che attraverso la fiducia nei nostri prodotti, acquistino locale con grande dedizione, rendendo grande questa terra e il futuro di questi studenti”. 
“Da quest’anno – ha detto il presidente Andrea Segrè davanti alla platea di studenti di quarta e quinta - i nostri ragazzi e le nostre ragazze hanno un motivo in più per essere fieri della scuola che frequentano. Con l’attivazione del Centro Agricoltura Alimenti Ambienti in collaborazione con l’Università di Trento, infatti, abbiamo chiuso il ‘cerchio’ della formazione, garantendo la possibilità di ottenere una laurea in viticoltura ed enologia completamente ‘made in Trentino’. Più in generale, dalle superiori al dottorato, ai nostri studenti basta mettere un piede fuori dalla classe per trovarsi in un laboratorio all’avanguardia o in un vitigno sperimentale. 
Questa sinergia tra didattica, ricerca, consulenza e azienda agricola è un unicum a livello internazionale. Proprio sfruttando questo valore aggiunto, invito gli studenti dell’Istituto agrario, e più in generale i loro coetanei, a ribaltare il motto abbracciato dalla mia generazione ‘Pensa globale, agisci locale’ per farlo diventare ‘Pensa locale, agisci globale’. Con questo cambio di prospettiva intendo che ciò che fa bene al territorio, può servire anche al resto del mondo”.
Accanto all'assessore provinciale Michele Dallapiccola e al presidente FEM, Andrea Segrè, sono interventi in aula magna il direttore generale Sergio Menapace, il dirigente del Centro Istruzione e Formazione, Marco Dal Rì, e Roberta Vergani in rappresentanza del Dipartimento Conoscenza PAT Nel corso della cerimonia sono stati premiati 40 studenti meritevoli che hanno ottenuto nel precedente anno scolastico una votazione media superiore a 8,5. 
Numeri e novità della scuola FEM. Sono 910 gli studenti impegnati ad affrontare un nuovo anno scolastico. Si tratta di 562 studenti all'Istituto Tecnico Agrario e 348 alla formazione professionale. Le gnovità di quest'anno sono rappresentate dal nuovo corso post diploma per tecnico delle bevande, dall'entrata a regime dell'alternanza scuola lavoro e dall'avvio del sistema duale per gli studenti della formazione professionale.
Corso bevande. Si tratta di un corso per tecnico superiore della produzione, trasformazione e valorizzazione della filiera agrifood - comparto bevande, in particolare  distillati, sidro, birra e succhi di frutta. Come quello del verde anche questo rientra nell'ambito dell'alta formazione professionale. Le iscrizioni sono aperte e si concluderanno il 10 ottobre. La partenza è fissata il primo gennaio.
Alternanza scuola lavoro. Quest'anno va a regime l'alternanza scuola lavoro così come previsto dalla normativa scolastica con almeno 400 ore di attività pratica nel corso del quinquennio. L'esperienza dei tirocini in azienda, però, è consolidata alla FEM che oggi vanta un pacchetto di convenzioni con 500 aziende in tutta Italia. 
Sistema duale. Come previsto dalla nuova normativa scolastica quest'anno viene sperimentato il sistema duale per gli studenti del quarto anno della formazione professionale. Lo studente verrà assunto da una azienda con un contratto di apprendistato dove svolgerà oltre il 50 per cento dell'attività formativa. L'esperienza coinvolgerà quest'anno nove studenti in nove aziende trentine, nei settori della frutticoltura, viticoltura e orticoltura.
Percorso agrituristico. All'interno del percorso agroalimentare della formazione professionale si verrà dato risalto da quest'anno alla formazione in ambito agrituristico. Contestualmente al titolo di tecnico agroalimentare gli studenti potranno ottenere una certificare per avviare una attività agrituristica. Sarà adibita all'interno degli spazi scolastici una stube per le esercitazioni pratiche. 
Corso periti agrari. Dopo il debutto di successo dello scorso anno con 21 partecipanti, parte a novembre anche la seconda edizione del corso post diploma di 400 ore che sostituisce il praticantato per i periti agrari: 18 iscritti da tutto il Triveneto, 800 ore di lezione, di cui 400 di praticantato. Si tratta del primo accordo nazionale con il Collegio Nazionale dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati che ha l'obiettivo di fornire una adeguata e solida preparazione tecnico-pratica per chi intende fare l'esame e abilitarsi come perito agrario.

Queste sono le novità che si affiancano al tradizionale percorso di studi. L'istruzione secondaria tecnica prevede, infatti, l'Istituto Tecnico Agrario con i tre indirizzi produzione e trasformazione, gestione ambiente e territorio e viticoltura ed enologia; l'istruzione e formazione professionale con i due indirizzi “allevamento, coltivazioni, gestione del verde” e “trasformazione agroalimentare” e i diversi livelli: la qualifica al terzo anno, il diploma di tecnico agricolo al quarto con eventuale concessione del brevetto e il quinto anno per gli studenti più volenterosi che vogliono iscriversi all'università. Poi c'è l'alta formazione professionale con la decennale esperienze del corso per tecnico del verde a cui ora si affianca quello delle bevande; i corsi di formazione e aggiornamento per agricoltori (circa 80 iniziative all’anno che coinvolgono più di 1500 persone); i corsi universitari nell'ambito del Centro agricoltura alimenti ambiente.  sc

* Fotoservizio Ufficio Stampa FEM e filmato Ufficio Stampa PAT

Intervista assessore Michele Dallapiccola 
Intervista Presidente FEM Andrea Segrè

CS cif inizio scuola

Immagini

(sc)


Potrebbe interessarti

SCUOLA
Venerdì, 24 Novembre 2017

#ScuolaDigitaleTrentina: approvato il Piano provinciale

Sviluppare e migliorare le competenze digitali degli studenti del sistema educativo provinciale, per rendere la tecnologia digitale uno strumento didattico di costruzione delle competenze. Sono queste, in sintesi, le finalità del Piano Provinciale per la Scuola Digitale (PPSD), approvato...

Leggi
SCUOLA
Venerdì, 17 Novembre 2017

PEERobotics: i piccoli insegnano la robotica ai grandi

Si è da poco conclusa con successo la prima fase di “PEERobotics”, progetto didattico collaborativo tra l’Istituto Comprensivo di Strigno e Tesino (Castel Ivano) e l’Istituto di istruzione “Lorenzo Guetti” di Tione. Il progetto, che si svolge sotto l’egida della rete europea...

Leggi
SCUOLA
Giovedì, 16 Novembre 2017

Didattiva 2017: premiata la Scuola Secondaria di Primo Grado “D. Chiesa” di Rovereto

La scuola secondaria di primo grado Damiano Chiesa e l’azienda Manica di Rovereto sono stati premiati nei giorni scorsi, nell’ambito del concorso nazionale Didattiva 2017, realizzato da Confindustria, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della...

Leggi
Mercoledì, 09 Dicembre 2015

Paletta, A. (2015). Conclusions of the “Leadership for Learning” project in the Autonomous Province of Trento:what we have learned and education po...

Estratto – L’articolo conclusivo dello special issue da una serie di indicazioni operative derivanti dagli esiti della ricerca sulla Leadership per l’Apprendimento realizzata nelle scuole della Provincia di Trento. Vengono presentate le  possibili ricadute a livello dello...

Leggi
Mercoledì, 09 Dicembre 2015

Bezzina, C. (2015). Learning more about leadership that makes a difference: lessons learned in the field. (pp. 213-226)

Estratto – Questo articolo esplora l’importanza di una leadership che è autentica per natura. In un contesto determinato da obiettivi fissati, per la fretta di ottenere particolari risultati, spesso c’è solo un focus sulla performatività risultante in un contesto in cui...

Leggi
Mercoledì, 09 Dicembre 2015

Bezzina, C., Paletta, A. & Alimehmeti, G. (2015). Observation of head teachers in the field: administrative, management and leadership issues. (pp....

Estratto – Questo articolo presenta il metodo basato sull’osservazione partecipativa quale dispositivo di ricerca utile a migliorare la nostra comprensione del lavoro dei dirigenti scolastici. L’applicazione di questo metodo ha fornito un ritratto realistico di come un gruppo di...

Leggi
Mercoledì, 22 Novembre 2017

Trentino Comunità n.45

Attenzione alle Piccole e medie imprese, chiamate a puntare su qualità e giovani - EuregioFamilyPass, valido in Trentino, in Alto Adige e in Tirolo - Grande successo per i bandi di finanziamento dedicati allo sviluppo innovativo delle piccole e medie imprese - Concluse le riprese di...

Ascolta
Mercoledì, 15 Novembre 2017

Trentino Comunità n.44

Bilancio 2018: fiducia e impegno­ - Firmato il Protocollo d'intesa sulla Finanza locale per il 2018, 50 milioni per gli investimenti dei comuni e 40 per la manutenzione - Prevenzione dei rischi, due milioni per opere comunali di rilevanza provinciale - Trombe d'aria d'agosto: 500.000 euro...

Ascolta
Mercoledì, 08 Novembre 2017

Trentino Comunità n.43

Influenza? #iomivaccino - Recupero edilizio e riqualificazione energetica - Trentino Trilingue: maggiore autonomia e gradualità nell'attuazione - Legge sull’informazione, approvato anche il regolamento Sieg   

Ascolta