Comunicato 172 Mercoledì, 31 Gennaio 2018 - 15:02

Dal 2009 il Trentino mai fuori limite con le PM10
Piano qualità dell'aria presentato ai portatori d'interesse

In Trentino, la qualità dell'aria, è buona ma ci sono ulteriori margini di miglioramento anche lavorando con le regioni confinanti. Il quadro emerge dal Piano della qualità dell'aria, il II° della Provincia autonoma, presentato agli stakeholders da Laura Pretto, ingegnere dell'APPA, Agenzia provinciale per la protezione dell'Ambiente. La presentazione ha sollecitato gli interventi dei rappresentanti di: Ordine degli Architetti, Associazioni Artigiani, Fondazione Edmund Mach. Con Laura Boschini, dirigente di APPA e Giovanna Siviero, UMST valutazione attività normativa, trasparenza e partecipazione, anche Gloria Giovannini di Informatica Trentina che ha illustrato come funziona la piattaforma iopartecipo aperta a tutti fino al 23 marzo per indicare progetti, idee, suggerimenti, osservazioni.

L'assessorato all'ambiente della Provincia autonoma, con l'Agenzia provinciale per la protezione dell'ambiente, lavorano da anni sulla qualità dell'aria in Trentino perchè la salute dei cittadini e la protezione dell'ambiente sono priorità.

Il Piano della qualità dell'aria è lo strumento di cui si dota la Provincia autonoma per pianificare le misure necessarie ad agire sulle principali sorgenti emissive che influenzano la qualità dell'aria e assicurare un elevato livello di tutela dell’ambiente e della salute umana. Obiettivo centrale del Piano è rispettare o rientrare nei valori limite stabiliti dalla normativa di riferimento (D. Lgs. 155/2010) e preservare la qualità dell’aria dove è buona.
Il Piano presenta lo stato di qualità dell'aria che dà conto del costante monitoraggio sul territorio che ha permesso di individuare 4 inquinanti critici in provincia di Trento:
-    biossido di azoto, in prossimità delle arterie stradali più trafficate
-    benzo(a)pirene e polveri sottili, legate principalmente al riscaldamento domestico a legna
-    ozono, inquinante secondario, riconducibile a fenomeni di vasta scala e fortemente influenzati da variabili meteorologiche.
Il Piano per la qualità dell’aria individua strategie e misure per ridurre gli inquinanti critici agendo su 5 settori:
•    settore civile energetico
•    settore trasporti e mobilità sostenibile
•    settore produttivo e industriale
•    settore agricoltura e allevamento
•    settore comunicazione, informazione, formazione ed educazione ambientale
Il Piano propone 10 strategie e 16 misure per ridurre le emissioni e le concentrazioni di inquinanti in atmosfera.
settore civile energetico
Per ridurre l’inquinamento atmosferico imputabile ai consumi energetici e del riscaldamento domestico nel Piano sono state individuate due strategie:
-    migliorare le prestazioni energetiche ed emissive degli edifici e degli impianti termici
-    promuovere le fonti di energia rinnovabile
settore trasporti e mobilità sostenibile
Per ridurre l’inquinamento atmosferico dovuto a questo settore nel Piano sono state individuate tre strategie:
-    ridurre l’impatto sulla qualità dell’aria del trasporto privato su strada
-    promuovere forme di mobilità sostenibile
-    ottimizzare la gestione del trasporto merci
settore produttivo e industriale
Per ridurre l’impatto sulla qualità dell’aria di questo settore nel Piano è stata individuata una strategia
-    migliorare i cicli produttivi e promuovere l'applicazione delle migliori tecniche disponibili (BAT)
settore agricoltura e allevamento
Per ridurre l’impatto sulla qualità dell’aria di questo settore nel Piano è stata individuata una strategia:
-    ridurre il contributo emissivo del comparto agro-zootecnico
settore comunicazione, informazione, formazione ed educazione ambientale
Il Piano individua tre strategie volte a:
-    migliorare la comunicazione pubblica amministrazione-cittadino sui temi legati alla qualità dell'aria
-    formare ed educare all'adozione di buone pratiche ambientali
-    creare canali di partecipazione diretta del cittadino nei processi decisionali
Per ciascuna strategia il Piano propone delle misure specifiche.

La consultazione pubblica attraverso la piattaforma iopartecipo è possibile fino al 23 marzo 2018.
A conclusione della fase partecipativa tutti i contributi raccolti saranno analizzati e valutati secondo criteri di pertinenza con l’impianto strategico del Piano e di coerenza con il quadro normativo di riferimento. L’elaborazione dei risultati del processo partecipativo si chiuderà con la restituzione al pubblico degli esiti del processo partecipativo. Il Piano sarà quindi adottato in via definitiva dalla giunta provinciale.

sito web: https://pianoaria.provincia.tn.it/
iopartecipo: https://pianoaria.partecipa.tn.it/

Immagini

(fs)


Potrebbe interessarti

AVVISI , SALUTE
Lunedì, 21 Maggio 2018

"Vivere in bellezza", la natura e la salute al servizio della qualità della vita

"Vivere in bellezza. Natura, arte ed ambiente al servizio della qualità della vita nel mondo delle fragilità e delle demenze". E' questo il titolo dell'evento formativo che si terrà domani, dalle ore 9 alle 16.30, all'Apsp di Borgo Valsugana. Il convegno è organizzato in...

Leggi
SALUTE
Sabato, 19 Maggio 2018

Reumatologia: Trentino, Alto Adige e Tirolo insieme per migliorare sempre di più

Alla presenza degli assessori dei tre territori - Luca Zeni per il Trentino, Martha Stocker per l’Alto Adige e Bernhard Tilg per il Tirolo - si è svolto oggi a Bolzano il convegno dal titolo “Evoluzione della reumatologia nell‘Euregio – prospettive per il futuro“, Patrocinata...

Leggi
SALUTE
Venerdì, 11 Maggio 2018

Neuroradiologia un nuovo servizio interprovinciale

Un servizio, due sedi operative e un bacino di utenza di oltre un milione di abitanti, sono questi i dati di base del nuovo servizio di neuroradiologia che, con il suo orientamento interprovinciale, rappresenta una novità nella sanità nazionale.

Leggi
Mercoledì, 03 Febbraio 2016

Il microbiota umano, un superorganismo

di Rosaria Lucchini

Leggi
Giovedì, 26 Febbraio 2015

Protonterapia

È iniziata dopo una fase di sperimentazione e di formazione l’attività del centro di protonterapia di Trento. Già i primi malati hanno iniziato la cura e ultimamente si stanno definendo le modalità di accesso dei malati non trentini per i quali l’accesso è gratuito, con ...

Leggi
Giovedì, 20 Aprile 2017

Trentino Comunità n.14

Politiche di conciliazione famiglia-lavoro: firmato l'accordo volontario di area - Contributi per la riqualificazione energetica: attivo il nuovo bando - Frutticoltura, tre milioni per le strutture di conservazione - Spirale investe nello stabilimento di Cinte Tesino: 35 nuove assunzioni

Ascolta
Scuola
Giovedì, 28 Luglio 2016

Trentino Comunità n.31

La ferrovia Trento- Malè arriva a Mezzana: inaugurati il prolungamento e la stazione - Banda ultralarga: sottoscritto l'accordo di programma tra Provincia e Ministero dello sviluppo economico - Nuova imprenditorialità in Trentino c’è voglia di mettersi in proprio - Abbonamenti al...

Ascolta
Venerdì, 01 Aprile 2016

Trentino Comunità n.14

Euregio: nasce la scuola per formare amministratori a misura d'Europa - Approvato il "Piano della fragilità dell’età evolutiva" -  Provincia e Trenitalia: ufficializzato il nuovo contratto - Sull'altopiano di Piné, due giorni dedicati al piacere del camminare lungo il sentiero E5

Ascolta