Giovedì, 17 Maggio 2018 Comunicato 0

Stamane l'assemblea con l'approvazione del bilancio: nel 2017 un utile di 1,3 milioni di euro
Itea, nuovo piano quinquennale

Anche l’esercizio 2017 vede una chiusura positiva del bilancio di Itea spa, registrando un utile di oltre 1.300.000 euro. I dati di bilancio così come i valori dell’andamento della gestione illustrati stamane confermano la piena autonomia della Società nella gestione ordinaria dell’attività, l’entrata definitiva a regime del ciclo di produzione degli alloggi di risulta e la spinta data agli interventi di riqualificazione energetica e sulla sicurezza del patrimonio abitativo esistente. Il consolidarsi di tale tendenza positiva costituisce per Itea Spa una base solida per pianificare in sinergia con la Provincia nuove direttrici per il futuro. I risultati di bilancio e le nuove sfide sono stati presentati stamani alla stampa, subito dopo l’assemblea del socio unico, alla presenza dell'assessore provinciale all'edilizia abitativa Carlo Daldoss, del presidente della società pubblica Salvatore Ghirardini e dei membri del rinnovato Consiglio di amministrazione. Gli investimenti per il futuro riguarderanno un nuovo piano quinquennale che sarà predisposto sulla base delle politiche sulla casa che la Provincia intenderà attivare; una razionalizzazione ed una implementazione del patrimonio immobiliare attraverso nuove permute e lo sviluppo di nuovi progetti realizzativi ed infine l’efficientamento energetico e la messa in sicurezza degli edifici grazie anche alle opportunità connesse alle agevolazioni fiscali.

"Il nuovo piano quinquennale - spiega l'assessore Carlo Daldoss - dovrà ovviamente porre grande attenzione, in termini di investimenti, al patrimonio immobiliare che già ha Itea, ma soprattutto dovrà avere una visione di lungo periodo sui nuovi alloggi che andranno però realizzati non più su terreno vergine bensì recuperando edifici esistenti. Il piano d'investimento non è ancora stato steso e non è dunque possibile dare ancora cifre, sarà comunque un piano realistico e di una certa sostanza".

“In questo triennio - ha affermato al termine dell'assemblea il presidente di Itea Spa Salvatore Ghirardini - ci siamo impegnati per adempiere al mandato a suo tempo affidato dalla Provincia, riducendo sostanzialmente a zero l’arretrato di produzione degli alloggi di risulta: ad oggi la Società è pienamente in grado di riscontrare la riconsegna degli alloggi da parte degli inquilini uscenti con pressoché altrettanti alloggi ristrutturati e prontamente immissibili nel circuito della locazione. Dai dati del 2017 riscontriamo inoltre una conferma nei volumi degli interventi per manutenzione straordinaria, evidenziando la tendenza degli investimenti che nel biennio 2019-2020 vedrà nuovamente una sensibile ripresa degli stessi. ”

I risultati di bilancio ottenuti da Itea Spa nel corso dell’esercizio 2017 sono stati presentati stamani prima al Socio unico, la Provincia, rappresentata dall’assessore di riferimento Carlo Daldoss, in occasione della chiusura dell’Assemblea annuale per l’approvazione del bilancio, e poi nella conferenza stampa convocata al termine della riunione. I dati confermano un andamento positivo della gestione 2017, che ha portato alla realizzazione di un utile di oltre 1.300.000 di euro e che oggi consente alla Società di potersi concentrare su nuovi obiettivi di sicuro impatto sulla propria utenza e più in generale sulla comunità trentina.

Nel corso dell’incontro sono stati passati in rassegna i valori più significativi, al fine di consentire una valutazione della complessa attività ad alta incidenza sociale della Società, sia sotto l’aspetto economico che sotto l’aspetto funzionale. In particolare, nell’ambito dell’area “Facility”, relativa alla gestione immobiliare di Itea Spa, viene raffigurata una ripartizione degli investimenti nell’anno 2017 a favore della manutenzione straordinaria e ordinaria, che di fatto si assesta intorno all’80%; mentre nell’area “Property”, che riguarda specificatamente la gestione caratteristica dei contratti di locazione ed i servizi di supporto alla gestione immobiliare, si evidenzia - anche per l’anno 2017 - l’azzeramento dei contributi in conto esercizio. La Società infatti conferma la propria autonomia di gestione ordinaria grazie all’abbattimento dell’aliquota IRES e all’esclusione dell’IMIS oltre ad una costante attenzione al contenimento dei costi fissi. Per quanto riguarda le morosità, 400 sono stati nel corso del 2017 gli inquilini Itea segnalati e 18 sono stati gli sfratti.

L’insieme di tali ambiti di intervento ha determinato un risultato più che positivo per il Bilancio della Società. I dati economici, per l’esercizio concluso, indicano un risultato positivo ante imposte pari a Euro 3.596.678 ed un utile d’esercizio pari a Euro 1.351.967, con un peso impositivo pari a Euro 2.244.711 (dato da imposte correnti, differite ed anticipate).

Il consolidamento di tale tendenza positiva riscontrata sia nell’andamento della gestione che nell’ottimizzazione dei processi consente di volgere lo sguardo verso altri progetti ed investimenti per il futuro che riguarderanno in particolare: un nuovo piano quinquennale che connoti l’attività della Società in un orizzonte di medio e lungo periodo, sulla base delle politiche sulla casa che la Provincia intenderà attivare; una razionalizzazione ed una implementazione del patrimonio immobiliare attraverso nuove permute e lo sviluppo di nuovi progetti realizzativi ed infine l’efficientamento energetico e la messa in sicurezza degli edifici grazie anche alle opportunità connesse alle agevolazioni fiscali, quali ad esempio le detrazioni del 65% per interventi di riqualificazione, il sisma bonus ed il conto termico. 

“L’insieme di questi strumenti, con l’aggiunta delle altre attività già avviate dalla Società, – sottolinea il presidente Ghirardini - non solo testimonia l’impegno e la capacità della Società di interloquire con il Governo e con la Provincia per ottenere importanti vantaggi fiscali che permettono ora nuove opportunità gestionali ed assicurano una stabile autonomia operativa nel sostenere le spese correnti, ma costituisce una base solida che genererà sicuramente degli effetti economici positivi per Itea, in termini di recupero delle spese, e per l’utenza, in termini di minori consumi energetici e maggior comfort abitativo.”

Le nuove sfide lanciate nel corso della conferenza stampa che è stata indetta a conclusione dell’assemblea annuale del socio unico che, oltre ad aver approvato i dati di bilancio della Società, ha formalizzato le nomine dei membri del rinnovato Consiglio di amministrazione, saranno portate avanti dal nuovo organo collegiale. Salvatore Ghirardini resta alla guida della Società così come sono stati riconfermati i consiglieri Fabio Margoni, Lorenza Piffer e Giovanna Pojer; mentre la neo nominata, l’avvocatessa Emanuela Buhl subentra alla vicepresidente, Michela Chiogna, giunta al suo terzo ed ultimo mandato.

(cz)


Immagini