Martedì, 27 Febbraio 2018 - 14:34 Comunicato 324

Si è svolta ieri a Bologna una giornata di studio con i più grandi esperti di clima a livello globale
Il Gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico compie 30 anni: alle celebrazioni anche il presidente FEM, Andrea Segrè

Il presidente della Fondazione Edmund Mach, Andrea Segrè, è intervenuto ieri a Bologna all'evento di celebrazione dei trent'anni del Gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico, fondamentale presidio ONU per lo studio del riscaldamento globale.
L'iniziativa “All4TheGreen – Mobilizing Climate Science” è stata organizzata dal Ministero dell'ambiente, della tutela del territorio e del mare in collaborazione con il programma Connect4Climate della Banca Mondiale per la comunicazione sul cambiamento climatico, la Fondazione Centro Euromediterraneo per il cambiamento climatico ed ha riunito presso la più antica università europea, l' Alma Mater Studiorum, scienziati di fama internazionale, rappresentanti governativi, accademici, leader ed esperti di scienza del clima.

L'evento, che ha visto partecipare il ministro dell'ambiente, si inserisce nell'ambito di “All4theGreen”, il movimento che ha acceso i riflettori su Bologna e lo sviluppo sostenibile con oltre 100 iniziative in occasione del G7 Ambiente , lo scorso giugno.
“Il cambiamento climatico - ha spiegato il presidente Andrea Segrè- riguarda tutti. Innanzitutto perché le conseguenze ricadono sulla sicurezza alimentare e non di meno perché ciò che ognuno mette nel suo piatto condiziona l’intero sistema. Penso perciò sia necessario approcciarsi a queste tematiche con una visione olistica, soprattutto per quanto riguarda la ricerca, che parta dal presupposto di una ‘salute al cubo’, data dalla moltiplicazione tra la salute umana, animale e dell’ambiente. Ogni elemento dell’operazione One Health è fondamentale per l’equilibrio dell’ecosistema nella sua interezza”.
Esperti e scienziati provenienti da diverse esperienze hanno composto un quadro per raccontare come gli oceani e l’atmosfera, le tecnologie e le nuove fonti di energia, innovazioni nel campo del cibo e dell’agricoltura sono tutte conoscenze che, insieme conducono a contenere l’innalzamento della temperatura del Pianeta. (sc)

(sc)


Immagini