Sabato, 02 Giugno 2018 - 14:09 Comunicato 1302

I tecnottimisti e la "geografia del malcontento"

Philip McCann è uno dei più citati esperti di economia del territorio e geografia economica, di sé dice che non è un politico, nemmeno un giornalista, ma soprattutto che non è un "tecnottimista": "Verso la tecnologia ho uno sguardo ambivalente, non mi interessa di per sé ma per l'impatto che ha sul lavoro e sulla vita delle persone. L'analisi va focalizzata sul rapporto tra tecnologia e produttività".

Per McCann, il cui intervento al Castello del Buonconsiglio è stato introdotto da Joaquim Oliveira Martins ("A Trento c'è una buona economia"): "Le crisi hanno colpito i Paesi in modo diverso, quindi l'impatto delle tecnologie non può essere compreso a priori. Non bisogna essere tecnottimisti, ci sono problemi che le tecnologie aiutano a  risolvere e ce ne sono altri che sono creati dalle tecnologie. La sfida sta nel modo in cui progettiamo i sistemi di governance che ci permettono di reagire, anche se in realtà non sappiamo bene reagire. L'Ocse ha detto tante cose che la gente non ha ascoltato, ora ci si chiede che fare delle aree che sono rimaste indietro, ma ormai il danno è fatto. Tutti pensano che la tecnologia arrivi dal cielo, mentre dovremmo pensare di più ai temi legati alla governance, alla partecipazione dei cittadini, alla tecnologia incorporata nella società."

Al Festival, per parlare de "L'impatto delle nuove tecnologie sul lavoro e gli effetti sulle economie locali", McCann arriva con una serie di diagrammi che disegnano la "geografia del malcontento", sintetizzata in uno studio della Commissione europea sui livelli di produttività delle città europee che mostra come circa il 40% delle città inglesi presentino livelli di produttività inferiori alle piccole città. In Spagna e in Italia metà delle città hanno una produttività inferiore rispetto alle zone rurali. "La globalizzazione - spiega Philip McCann - ha avuto un impatto asimmetrico sui Paesi e al loro interno, quindi le asimmetrie devono essere contrastate con delle politiche che siano mirate a regioni ed aree specifiche."

Sito: www.festivaleconomia.it
Twitter: https://twitter.com/economicsfest 
Facebook: https://www.facebook.com/festivaleconomiatrento 
Instagram: https://www.instagram.com/festivaleconomia/ 

(cz)


Immagini