Mercoledì, 06 Gennaio 2021 - 16:22 Comunicato 29

4262 vaccini somministrati. Altri 5 decessi. Oltre 5000 tamponi. 122 positivi al molecolare, 470 all’antigenico. 249 nuovi guariti.
Coronavirus: la situazione di mercoledì 6 gennaio 2021

Ancora molti casi positivi in Trentino, e ancora molto alta la percentuale degli anziani che si contagiano. Il rapporto di oggi dell’azienda provinciale per i servizi sanitari indica altri 122 casi positivi al molecolare e 470 all’antigenico. Dai tamponi molecolari è arrivata poi la conferma della positività di 81 soggetti già individuati nei giorni scorsi dai test rapidi. Non si arrestano purtroppo nemmeno i decessi: oggi ce ne sono altri 5, di cui 3 avvenuti in ospedale. Si tratta di 3 uomini e di 2 donne, di età compresa fra i 71 ed i 97 anni.
Nel primo pomeriggio risultavano invece somministrati 4262 vaccini, di cui 1308 ad ospiti di residenze per anziani.

Tornando ai nuovi casi positivi, 205 di questi sono asintomatici, mentre i pauci sintomatici sono 364. Ci sono 8 bambini molto piccoli (meno di 2 anni) e 4 fra i 3 ed i 5 anni. Più in generale, i bambini e ragazzi in età scolare che rientrano fra i nuovi contagiati sono 54. Gli ultra settantenni invece sono 89, un numero che impone di ripetere ancora una volta la raccomandazione a mantenere le distanze e rendere più sicuri i contatti, specie in ambiente familiare.
Negli ospedali trentini il rapporto fra nuovi ingressi e dimissioni volge a favore di queste ultime: ieri se ne sono registrate 45 a fronte di 36 nuovi ricoveri; il totale dei pazienti Covid nei vari reparti dunque è pari a 404 (ieri erano 416), di cui 45 in rianimazione.
Continua ad aumentare fortunatamente il numero dei guariti che si avvicina alla soglia dei 20.000: con i 249 registrati oggi, infatti, il totale arriva a 19.806.
Molto alto il numero di tamponi analizzati ieri: al Laboratorio di Microbiologia dell’Ospedale Santa Chiara di Trento ne sono stati gestiti 1.711 mentre alla Fem altri 1.177, per un totale di 2.888 tamponi molecolari. Quelli rapidi notificati all’Azienda sanitaria invece sono stati 2.461.

(gp)


Immagini