Venerdì, 10 Agosto 2018 - 12:51 Comunicato 1934

Le proposte progettuali dovranno essere presentate entro il 30 settembre 2018
Contro la dispersione scolastica. Istituzioni formative paritarie: 105.000 euro per progetti di riorientamento

Le istituzioni formative paritarie della provincia di Trento avranno tempo fino al 30 settembre 2018 per presentare progetti di orientamento finalizzati al reinserimento di giovani a rischio di dispersione scolastica. Lo stabilisce una delibera della Giunta provinciale che stanzia 105.000 euro per la realizzazione di progetti finalizzati all’inclusione sociale di studenti in situazione di disagio o a rischio dispersione scolastica al fine di reinserirli in un percorso formativo per conseguire un titolo del secondo ciclo, anche in apprendistato formativo. Le proposte progettuali dovranno essere presentate entro il 30 settembre 2018.

Obiettivi 

I progetti dovranno essere finalizzati allinclusione sociale di studenti in situazione di disagio o demotivati a rischio dispersione scolastica al fine di reinserirli in un percorso formativo per conseguire un titolo del secondo ciclo, anche in apprendistato formativo, o per il potenziamento delle competenze necessarie per ottenere un impiego e mantenerlo nel lungo periodo.

In sintesi, gli obiettivi dei progetti dovranno essere quelli di:

• far acquisire ai giovani competenze di base, traversali e professionali necessarie alla

prosecuzione in un percorso formativo o all’inserimento nel mercato del lavoro;

• orientare i giovani all’individuazione di una professione e/o di un percorso formativo

in linea con le proprie attitudini, mediante laboratori tecnico-pratici, visite aziendali,

tirocini presso imprese;

• in alcuni casi, far conoscere e apprezzare i partecipanti da potenziali datori di lavoro

che potrebbero, successivamente, assumerli con un contratto di lavoro in

apprendistato per la qualifica professionale.

 

Proponenti 

Possono presentare la richiesta di finanziamento dei progetti di riorientamento le istituzioni formative paritarie facenti parte del sistema educativo della provincia di Trento abilitate ad erogare almeno uno dei titoli di qualifica di formazione professionale previsti dal Programma della formazione professionale

 

Contenuti 

I progetti devono essere coerenti con i percorsi di qualifica/diploma attivati dall’Istituzione

formativa provinciale e paritaria proponente e dalle altre Istituzioni che partecipano alla

rete. L'approccio didattico dovrà essere prioritariamente orientato al contesto laboratoriale e

lavorativo nell’ambito dell’attività dei tirocini curricolari e arricchito da esperienze pratiche,

in azienda o in laboratorio.

 

Dove e quando 

La proposta progettuale, firmata dal legale rappresentante dell’Istituzione formativa paritaria proponente, deve essere presentata al Servizio Istruzione e formazione del secondo grado, Università e Ricerca della Provincia autonoma di Trento entro il 30 settembre 2018.

 

Informazioni 

Per informazioni dettagliate è possibile rivolgersi al Servizio istruzione e formazione del secondo grado, Università e Ricerca al numero 0461-493533 oppure alla mail serv.istruzioneuniversitaricerca@provincia.tn.it

(c.ze.)


Immagini