Martedì, 07 Maggio 2019 - 16:37 Comunicato 955

Il vicepresidente della Fondazione Dolomiti a Roma al Ministero dell'ambiente
Comitato celebrativo per il decennale del riconoscimento UNESCO, approvato il programma

In occasione del decennale del riconoscimento delle Dolomiti Patrimonio Mondiale dell'Umanità UNESCO è stato istituito dal Ministero dell'ambiente, della tutela del territorio e del mare un comitato celebrativo cui aderiscono diversi soggetti. Primo fra tutti la Fondazione Dolomiti UNESCO di cui è vicepresidente, l'assessore all'ambiente e vicepresidente della Provincia autonoma. Oggi, nella sede del Ministero, si è svolto un importante incontro di coordinamento per condividere le scelte e il programma di eventi e comunicazioni in calendario per tutto il 2019. Vi ha partecipato il vicepresidente della Fondazione, accompagnato dalla direttrice Marcella Morandini. Clou del programma la cerimonia del 26 giugno prossimo a Cortina d'Ampezzo dove saranno presenti tutte le comunità dolomitiche

Il 2019 è un anno molto importante per le Dolomiti UNESCO e per il Trentino, in particolare. Il decimo compleanno delle Dolomiti (ricordiamo che il riconoscimento UNESCO è datato 26 giungo 2009) sarà festeggiato da molti eventi in tutta l'area dolomitica (dal Trentino occidentale, con il gruppo del Brenta, al Friuli Venezia Giulia con le Dolomiti Friulane e d'Oltre Piave passando per l'Alto Adige e il Veneto).

A Roma oggi il vicepresidente della Fondazione Dolomiti UNESCO ha illustrato il ricco programma di eventi, condividendo con tutti i soggetti che fanno parte del comitato celebrativo, non solo gli appuntamenti e le loro caratteristiche, ma le modalità con cui si svolgerà l'appuntamento più significativo, cerimonia istituzionale, che è in calendario il 26 giugno a Cortina d'Ampezzo.

Dopo l'approvazione dell'intero programma da parte del Ministero dell'ambiente, ora fervono i preparativi affinché i numerosi appuntamenti possano svolgersi nel migliore dei modi e restituire quanto la piattaforma pensata per agevolare la gestione coordinata del Bene da parte di Province autonome e Regioni (la Fondazione Dolomiti UNESCO) è riuscita a fare in questi dieci anni. Analogamente a quanto avviene in enti ben più articolati e complessi anche a livello internazionale, la presidenza della Fondazione ruota (ogni tre anni) tra gli Enti che la compongono. Entro il 2019 sarà quindi, per la prima volta dalla sua istituzione nel 2010, il turno della Provincia autonoma di Trento. 

(fs)


Immagini