Comunicato 2370 Martedì, 12 Settembre 2017 - 15:37

Prorogata la scadenza al 31 ottobre
"Co-housing: io cambio status": riaperti i termini di candidatura per giovani che vogliono vivere da soli

“Co-housing. Io cambio status” è il progetto dell'Agenzia provinciale per la famiglia, la natalità e le politiche giovanili realizzato con Fondazione Demarchi per offrire un’occasione concreta ai giovani trentini tra i 18 e i 29 anni che desiderano andare a vivere per conto proprio. I ragazzi selezionati hanno la possibilità di fare un’esperienza di coabitazione attiva ad affitto agevolato, con un team di tutor a supporto del loro inserimento nel tessuto economico e sociale. Le candidature saranno raccolte fino a martedì 31 ottobre 2017. Per far conoscere il progetto, sono previsti alcuni appuntamenti nel capoluogo.

Co-housing. Io cambio status è un progetto ideato e realizzato dall’Agenzia per la famiglia, la natalità e le politiche giovanili con Fondazione Demarchi, che offre a giovani trentini tra i 18 e i 29 anni la possibilità di fare un’esperienza di coabitazione. È definita attiva perché mira a sostenere i partecipanti non solo a uscire dal nucleo familiare, ma anche a costruire un vero e proprio progetto di vita autonomo. Il progetto prevede la messa a disposizione di alloggi in diverse località della provincia che verranno individuate a partire dalle preferenze espresse dai partecipanti cui spetterà l'onere di contribuire alle spese per un importo pari a 100,00 euro al mese. Il progetto si basa sulla definizione di un percorso individualizzato che raccoglie motivazioni, obiettivi, modalità di azione, condiviso tra il giovane e le figure di supporto (tutor e coach) che hanno un ruolo lungo tutto il cammino per accompagnare l'orientamento nel mondo del lavoro, favorire lo sviluppo di coscienza civica in un'ottica di impegno e solidarietà (anche attraverso il volontariato, parte integrante del progetto), gestire convivenza e coabitazione. Durante il percorso ai partecipanti è richiesto il pieno rispetto delle regole di convivenza civile e un atteggiamento collaborativo e propositivo con tutti gli attori del progetto: quindi altri co-houser ma anche coach, tutor, rappresentanti della provincia. Inoltre, è prevista la partecipazione attiva ad almeno il 70% del monte ore complessivo annuale previsto per le attività individuali e di gruppo (definite in seguito all'avvio del progetto). 
Per poter presentare domanda è necessario:

  1. avere un’età compresa tra i 18 e i 29 anni;
  2. essere residenti in provincia di Trento da almeno 3 anni;
  3. vivere con il nucleo familiare di origine o famiglia affidataria, casa famiglia;
  4. aver avuto esperienze di lavoro non continuative negli ultimi 3 anni;
  5. non frequentare percorsi scolastici né universitari ovvero essere iscritti al secondo (o oltre) anno fuori corso o frequentare corsi serali;
  6. non aver riportato condanne, anche non definitive.

La domanda – che include le motivazioni della candidatura – deve essere presentata o inviata entro martedì 31 ottobre 2017 all'ufficio Incarico speciale per le Politiche giovanili dell'Agenzia in via don G. Grazioli 1 a Trento, secondo le modalità stabilite nel bando.
Per far conoscere il progetto e permettere a giovani interessati di incontrare i protagonisti della precedente edizione, sono previsti alcuni momenti pubblici di confronto all'interno di eventi organizzati nel capoluogo nelle prossime settimane. In particolare, gli attuali co-houser racconteranno la loro esperienza e saranno disponibili per rispondere a domande: 
- il 22 settembre in piazza Cesare Battisti a Trento durante l'iniziativa Piattaforma delle Resistenze contemporanee;
- il 29 settembre nel quartiere delle Albere durante PopLar Festival 
- il 7 e 8 ottobre a Trento Fiere Festa al volo #cambiailvolontariato.

Il progetto è realizzato con il fondo regionale per il sostegno della famiglia e dell'occupazione. 

Immagini

(ab)


Potrebbe interessarti

ATTUALITÀ E CRONACA , COMUNITÀ DI VALLE
Venerdì, 15 Giugno 2018

Edilizia pubblica: fondi per 7,76 milioni a sostegno degli affitti

La Giunta provinciale ha deciso l’assegnazione alle Comunità di valle del Trentino del contributo integrativo sul libero mercato per l’anno 2018. I fondi ammontano a 7,76 milioni di euro e saranno destinati al sostegno degli affitti ai nuclei familiari che lo hanno richiesto. La...

Leggi
ATTUALITÀ E CRONACA , AUTONOMIA E MINORANZE
Venerdì, 15 Giugno 2018

Diritto allo studio, il finanziamento provinciale sfiora i 10 milioni di euro

Nel 2018 il sistema scolastico trentino potrà contare su 9,85 milioni di euro di finanziamenti a salvaguardia del diritto allo studio: il finanziamento è superiore di 1 milione di euro rispetto a quello concesso nel 2017. La Giunta provinciale ha approvato stamani la delibera a firma...

Leggi
FAMIGLIA
Venerdì, 15 Giugno 2018

Il Rapporto nazionale sulla natalità: al 1° posto il Trentino/Alto Adige

Save the Children ha pubblicato i dati ISTAT relativi alla natalità in Italia articolati nel cosiddetto "Mother's Index", un set di 11 indicatori statistici raggruppati in tre macro aree: “Cura", "Lavoro", "Servizi”. In tutti e tre gli ambiti la...

Leggi
Giovedì, 07 Settembre 2017

Trentino Comunità n.34

Assegno unico provinciale: si parte dal 1 gennaio 2018 - Giornata dell'Autonomia: in Sala Depero la cerimonia ufficiale - Bisogni educativi speciali: in arrivo ulteriori risorse - "Fisicittà": Trento si prepara all'incontro con la fisica

Ascolta
Emigrazione , Famiglia
Mercoledì, 28 Giugno 2017

Trentino Comunità n.24

Festa provinciale dell'Emigrazione dal 6 al 9 luglio - Progettone: 350 posti di lavoro in più nel 2017 - Due corsi di alta formazione professionale post diploma - Contributi della Provincia per la formazione post-diploma

Ascolta
Venerdì, 05 Febbraio 2016

Trentino Comunità n.6

Udienza in Vaticano per 200 trentini- Minoranze linguistiche protagoniste nel processo di revisione dello Statuto- Giorno della memoria, l'incontro con Giovanni Maria Flick- Premio Arge Alp 2016: prorogata al 29 febbraio la presentazione dei progetti

Ascolta