Venerdì, 22 Luglio 2022 - 18:10 Comunicato 2285

Assistenza infermieristica in RSA, oggi l’incontro

Si è tenuto oggi, presso il palazzo della Provincia a Trento, un incontro sul tema dell’assistenza infermieristica nelle RSA che ha visto la partecipazione dell’assessore provinciale alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia Stefania Segnana e dei rappresentanti di Upipa, Spes, Consulta provinciale per la salute, sindacati e Ordine delle Professioni Infermieristiche della Provincia di Trento. Hanno partecipato anche Giancarlo Ruscitti, dirigente generale del Dipartimento salute e politiche sociali della Provincia, in collegamento, e Enrico Nava, direttore del Distretto est di Apss. “Da parte della Provincia autonoma di Trento – sottolinea l’assessore Segnana – c’è la massima volontà di lavorare assieme ai diversi attori coinvolti per trovare, in un confronto che proseguirà anche nei prossimi mesi, soluzioni praticabili di fronte ad un problema, come quello della carenza di personale infermieristico nelle RSA, complesso e che richiede interventi in ambiti diversi”.
Presso il palazzo della Provincia a Trento, un incontro su “l’assistenza infermieristica nelle RSA” con la partecipazione dell’assessore provinciale alla salute politiche sociali disabilità e famiglia Stefania Segnana, dei rappresentanti di Upipa, Spes, Consulta provinciale per la salute, sindacati e Ordine delle Professioni Infermieristiche della Provincia di Trento [ Archivio Ufficio stampa PAT ]

La discussione si è sviluppata partendo dai contenuti della nota diffusa nei primi giorni di luglio dal Dipartimento Salute e politiche sociali sui requisiti minimi transitori per l’assistenza infermieristica in RSA. In questo modo si è cercato,  è stato evidenziato dall’assessore, di dare una risposta temporanea in un momento straordinario e di emergenza.

Su questo e sul tema più generale della carenza del personale sanitario, si è sviluppato il  confronto in cui sono state espresse le diverse posizioni dei soggetti presenti.

“Il tema – aggiunge l’assessore Segnana - è noto e ci vede impegnati su diversi fronti per trovare una soluzione. Seguiamo con attenzione e in stretta collaborazione con Apss i casi puntuali che ci vengono segnalati. Stiamo lavorando con i territori per rendere più semplice e attrattivo spostarsi a lavorare nelle strutture più periferiche. Siamo già venuti incontro alle esigenze di carattere economico prospettate degli enti gestori. Si sta investendo anche nella formazione. Tutto questo in un periodo non facile. Il nostro auspicio è che lavorando assieme si possa sopperire ai problemi che ci sono”.

Per Spes erano presenti la presidente Paola Maccani e il direttore Italo Monfredini, per Upipa la presidente Michela Chiogna e il direttore Massimo Giordani, per la Consulta provinciale per la salute Renzo Dori, per la Cisl Giuseppe Pallanch, per la Uil Marcella Tomasi, per la Fenalt Roberto Moser, per la Cgil Roberta Piersanti e per l’Ordine delle Professioni Infermieristiche della Provincia di Trento Nicoletta De Giuli.

(lr)


Immagini