Domenica, 13 Ottobre 2019 - 08:25 Comunicato 2542

Al Festival dello Sport lo spettacolo del coach

E’ stata un’ora di autentico spettacolo, un monologo che ha messo in mostra un Dan Peterson in forma smagliante, incontenibile, auto-ironico, a tratti garbatamente pungente. L’occasione era quella di presentare a Trento, nell’ambito del Festival dello Sport, il libro intitolato «NON FARE UNA COSA STUPIDA È COME FARE UNA COSA INTELLIGENTE» (Cairo Editore), ultima fatica letteraria del coach.

Anche da questo incontro, introdotto dal giornalista della Gazzetta dello Sport Davide Chinellato, si è potuto capire che Dan Peterson è molto più di uno dei migliori allenatori di basket mai apparsi in Italia. È un personaggio TV che ha fatto conoscere Nba e Wrestling nel nostro Paese, un meraviglioso motivatore che a 83 anni continua ad ispirare e a fare la differenza come quando vinceva scudetti e coppe sotto canestro con la mitica Milano degli Anni Ottanta.

In questo suo libro, “Non fare una cosa stupida è come fare una cosa intelligente”, il coach offre, attraverso una serie di spunti autobiografici, preziosissime lezioni di vita su come migliorare nel lavoro e nella vita di tutti i giorni. Consigli, idee, spunti per diventare il numero uno. Come lui.

Uomo di sport e di spettacolo Dan Peterson, che ha iniziato l’intervento nel suo inconfondibile slang con l’incipit dello spot televisivo che lo aveva reso famoso: “Amici sportivi e non sportivi…”. E poi via con la raffica delle citazioni che hanno passato in rassegna le persone che, nell’arco dei suoi spumeggianti 83 anni gli hanno permesso di diventare e di continuare ad essere un “numero uno”.

(fl)


Immagini