Lunedì, 24 Ottobre 2016 - 17:34 Comunicato 2257

L'appello dell'assessore all'agricoltura alla presentazione dell'ottava fiera Agriacma del 28-30 ottobre a Riva del Garda
Agricoltura, filiera rispettosa dell'ambiente e della salute anche grazie alle nuove macchine agricole

"Siamo, ognuno, un ingranaggio della catena agroalimentare: produttori, consumatori, istituzioni, agenzie che tutelano la salute del cittadino, un insieme collettivo che alla fine garantisce un prezzo giusto per alimenti giusti. Dobbiamo proseguire sulla strada intrapresa per connotare sempre più le nostre produzioni nel segno della salubrità, spiegando ai nostri 500 mila residenti trentini, e ancor più ai 5 milioni di visitatori annuali che frequentano il Trentino per le loro vacanze, che i nostri prodotti sono di qualità non solo perché nascono in montagna e sono certificati, ma perché sono l'esito finale di una filiera fatta di tanti ingranaggi virtuosi che concorrono, ognuno per la propria funzione e ruolo, lavorando in sinergia, a qualificare il Trentino come un territorio sano e giusto". Così l'assessore all'agricoltura, foreste, turismo e promozione, caccia e pesca Michele Dallapiccola, intervenuto oggi alla presentazione dell'ottava edizione di Agriacma, la fiera biennale trentina specializzata in macchinari agricoli di montagna, che si terrà dal 28 al 30 ottobre al quartiere fieristico di Riva del Garda, nuova location per una manifestazione fieristica che, ha spiegato il presidente di Agriacma "vuole fare un salto di qualità" .

Al fianco dell'assessore, a rappresentare la filiera agroalimentare di qualità trentina sono intervenuti stamane, alla conferenza stampa di presentazione di Agriacma, Roberto Odorizzi presidente del consorzio Acma Servizi, Massimo Caldera di Confcommercio Trentino, Ennio Magnani presidente di Apot, Giovanni Laezza direttore di Riva del Garda Fierecongressi SpA e Dario Uber dirigente medico dell'Azienda provinciale per i servizi sanitari.

Momento centrale dell'edizione 2016 di Agriacma, il cui filo conduttore è rappresentato dalla presenza di macchinari innovativi rispettosi dell'ecosistema alpino, sarà, nella giornata inaugurale di venerdì 28 (ore 14.30) il convegno dedicato all'"Evoluzione tecnologica in frutticoltura per il rispetto dell'ambiente e della salute"; al seminario, che verrà aperto dall'assessore Dallapiccola, interverranno tra gli altri anche alcuni esperti del Centro Trasferimento Tecnologico della Fondazione Mach. (c.z.) 

(cz)


Immagini