Martedì, 04 Dicembre 2018 - 16:46 Comunicato 2905

Agli “ICT Speed Business Meeting” organizzati da Trentino Sviluppo, HIT e Informatica Trentina, ora Trentino Digitale, un seminario sulla blockchain ed oltre 100 incontri
Open Innovation: 43 imprese dell’ICT si sono incontrate oggi a Rovereto

Vengono da tutto il nord Italia, lavorano nel settore dell’informatica e per il quinto anno consecutivo si sono dati appuntamento al Polo Tecnologico di Rovereto per parlare di blockchain e open innovation. Questo l’identikit degli oltre 40 imprenditori e startupper dei principali parchi scientifico tecnologici italiani che oggi, martedì 4 dicembre, hanno preso parte agli “ICT Speed Business Meeting”, organizzati da Trentino Sviluppo, HIT-Hub Innovazione Trentino e Informatica Trentina, ora Trentino Digitale, in collaborazione con l’Associazione dei Parchi Scientifico Tecnologici Italiani per promuovere l’innovazione aperta e collaborativa in questo settore. L’obiettivo è quello di promuovere l’innovazione aperta e collaborativa in questo settore. Dopo una mattinata dedicata allo studio dei database condivisi “a catena di blocchi”, sono partiti i 104 speed date, ovvero incontri di business veloci della durata massima di 15 minuti ciascuno. Soddisfatte le 19 aziende presenti, che hanno trovato nelle 24 startup incontrate dei potenziali partner tecnologici e creativi, ma anche le startup stesse, interessate a validare il proprio business model e a moltiplicare le occasioni di contatto e interazione con chi del mercato informatico è già protagonista.

Oggi, martedì 4 dicembre, al Polo tecnologico di Rovereto è stata la giornata dell’informatica. Dopo una mattinata all’insegna della blockchain – con un seminario dedicato a questo registro digitale aperto e distribuito sempre più utilizzato negli scambi commerciali – si è svolta infatti la quinta edizione degli “ICT Speed Business Meeting”. Organizzati da Trentino Sviluppo, HIT – Hub Innovazione Trentino e Informatica Trentina, dall’1° dicembre Trentino Digitale, col patrocinio di APSTI (Associazione dei Parchi Scientifico Tecnologici Italiani) e in collaborazione con i parchi tecnologici Aster (Emilia Romagna), ComoNext, Friuli Innovazione, Kilometro Rosso (Bergamo), Great Campus (Genova), Galileo Visionary District (Padova) e Comitato per lo sviluppo dell’ecosistema ICT trentino, gli appuntamenti gestiti secondo la formula degli speed date o “contatti veloci” hanno visto confrontarsi oltre 40 startup, spin-off e imprese provenienti da tutto il Norditalia in oltre 100 incontri B2B dedicati.
Della durata massima di un quarto d’ora ciascuno, gli appuntamenti one-to-one si sono rivelati doppiamente utili: da un lato per le aziende già strutturate e bene avviate, che hanno trovato nelle startup innovative potenziali partner tecnologici e creativi; dall’altro per le startup stesse, che attraverso questi incontri mirano a validare il proprio business model sul mercato e ad avviare nuove sinergie commerciali.
Per tutti, infine, la possibilità di scoprire le opportunità di ricerca collaborativa, accelerazione e innovazione offerte dai principali parchi tecnologici italiani, parte di una rete di 23 soggetti che presidiano l’innovazione di eccellenza in Italia.
Immagini ed interviste a cura dell’Ufficio stampa

(dm)


Immagini