Comunicato 2132 Venerdì, 11 Agosto 2017 - 14:49

La società, che fa riferimento a Polo Meccatronica, propone una tecnologia quattro volte più efficace dei sistemi tradizionali. Avviata la sperimentazione in Calabria e Sardegna
Contro il fuoco che attanaglia l’Italia la rivoluzionaria turbina di Emicontrols

Non si arresta la morsa di incendi che sta attanagliando l’Italia: dalla Sicilia al Lazio, dalla Campania alla Calabria fino in Toscana e Sardegna, le fiamme, alimentate dal grande caldo agostano stanno distruggendo ettari di vegetazione, uccidendo la fauna e talvolta mettendo in pericolo i centri abitati o costringendo a chiudere strade e autostrade. Per contrastare questo stato di calamità, EmiControls, azienda insediata nel Polo Tecnologico di Trento e afferente a Polo Meccatronica, l’hub hi-tech di Trentino Sviluppo, propone l’utilizzo della sua rivoluzionaria turbina antincendio che arriverà nei prossimi giorni in Sardegna e Calabria per avviare la prima sperimentazione su vasti fronti di fuoco.

La turbina, che per l’occasione sarà montata su due veicoli 4x4, sufficientemente maneggevoli e veloci per potersi muovere con facilità su territori impervi, è in grado di nebulizzare la poca acqua solitamente disponibile nei luoghi teatro di incendi, irradiando così sulle fiamme una nebbiolina che si rivela molto più efficace dei consueti strumenti di spegnimento utilizzati dai vigili del fuoco.
In un test eseguito da EmiControls in Ungheria infatti sono stati bruciati 2.400 litri di benzina su una superficie di 160 metri quadri: a parità di acqua, l’utilizzo della turbina ha permesso di abbassare quasi a zero l’emissione di calore generato dal combustibile (pari a 350 megawatt) in soli 20 secondi, a differenza dei 70 secondi richiesti per ottenere il medesimo effetto con la tradizionale manichetta.
Con la soluzione di EmiControls i vigili del fuoco possono dunque più velocemente farsi strada nel territorio infuocato per mettere in salvo cose e persone, grazie al fatto che la polverizzazione dell'acqua (e dello schiumogeno usato in questi casi) aumenta la superficie di assorbimento del calore. Ciò comporta una potenza di raffreddamento sensibilmente più alta rispetto a quanto non accada con i sistemi tradizionali.
La turbina può essere montata su qualsiasi automezzo solitamente utilizzato dai vigili del fuoco e anche su mezzi radiocomandati: varie configurazioni sono state vendute al corpo di Bolzano, che ha contribuito allo sviluppo della stessa, all’Ilva di Taranto e alle raffinerie Eni di Milazzo, oltre che all’estero negli stabilimenti di Wacker in Germania, nelle municipalità di Istanbul in Turchia, Jinan e Zhejiang  in Cina, Busan e Daegu in Corea del Sud e altre ancora. Ma è disponibile anche per l’installazione fissa su sottostrutture a torre o a braccio in impianti industriali, raffinerie petrolifere, industrie chimiche e in tutti quei siti in cui un intervento tempestivo al primo accenno di fuoco è fondamentale per evitare danni patrimoniali e preservare vite umane: alcune soluzioni sono state installate presso il colosso tedesco della chimica Evonik. In queste configurazioni fisse, dove l’approvvigionamento idrico è più semplice rispetto a quello dei veicoli, la turbina può arrivare a nebulizzare fino a 5 mila litri d’acqua al minuto.
La tecnologia innovativa degli ugelli nella turbina, in grado di generare una nebulizzazione dell’acqua anche a basse pressioni, che permette di ridurre la quantità d’acqua usata rispetto ai sistemi di estinzione tradizionali, è un’evoluzione di quella per l’innevamento tecnico delle piste da sci, utilizzata da TechnoAlpin, società controllante di EmiControls. Alla ricerca di nuovi campi di applicazione, EmiControls ha testato la particolare efficacia della turbina contro gli incendi ma anche per l’abbattimento delle polveri provenienti da sorgenti puntuali: in caso di incendio il liquido nebulizzato cattura anche particelle di fumo e fuliggine, limitando l'emissione di gas nocivi durante lo spegnimento, mentre in altri contesti, come nel caso di estrazione nelle miniere, siti di demolizione e riciclaggio dei rifiuti, escavazione di tunnel, contiene la diffusione nell’aria di detriti limitando l’impatto ambientale di queste attività. (m.c.)

Immagini

(dm)


Potrebbe interessarti

ATTUALITÀ E CRONACA , ECONOMIA
Sabato, 08 Ottobre 2016

Incentivi energetici ai condomini, lunedì l'incontro a Borgo

Prosegue il tour sul territorio dell'assessore provinciale alle infrastrutture e all'ambiente Mauro Gilmozzi con i tecnici provinciali per la presentazione a tecnici ed amministratori di condominio, oltre agli stessi condomini, degli incentivi per l'efficientamento energetico degli immobili...

Leggi
ATTUALITÀ E CRONACA , COMUNITÀ DI VALLE
Venerdì, 07 Ottobre 2016

Incentivi energetici ai condomini, martedì 11 incontro a Tonadico

Dopo la serata di oggi a Borgo, martedì sarà la volta di Tonadico. Arriva quindi in Primiero il tour sul territorio dell'assessore provinciale alle infrastrutture e all'ambiente Mauro Gilmozzi con i tecnici provinciali per la presentazione ad addetti ai lavori ed amministratori di...

Leggi
ATTUALITÀ E CRONACA , ECONOMIA
Venerdì, 07 Ottobre 2016

Settore estrattivo, la Giunta ha approvato in via definitiva il disegno di legge

Dopo l'approvazione preliminare e il passaggio al Consiglio delle Autonomie locali, oggi la Giunta, con un provvedimento a firma del vice presidente e assessore allo sviluppo economico e lavoro Alessandro Olivi, ha approvato in via definitiva il disegno di legge che segna una svolta per il...

Leggi
Martedì, 01 Settembre 2015

Il Trentino ad Expo 2015. L'energia della biodiversità

Sarà il Trentino dell’identità e delle eccellenze quello che nel 2015 parteciperà all’Expo di Milano, l’esposizione universale in programma dal 1° maggio al 31 ottobre. Nella cornice "futuristica" del Muse, il Trentino ha ufficializzato l’1 dicembre scorso la propria...

Leggi
Giovedì, 26 Marzo 2015

2015: più competenti e più competitivi

Sono tre gli episodi che hanno caratterizzato questa parte finale del 2014, le cui conseguenze ci accompagneranno per tutto il prossimo 2015 (e negli anni a venire). Tre atti, tre “soglie” che renderanno la nostra Autonomia più matura e pronta ad entrare nella sua terza fase, che...

Leggi
Giovedì, 26 Febbraio 2015

Al via il Fondo strategico per le piccole e medie imprese

Un’alleanza fra pubblico e privato per sostenere il sistema produttivo locale, con risorse finanziare integrative a quelle del credito banca rio. È questo il senso del Fondo strategico Trentino-Alto Adige promosso dalla Regione Trentino-Alto Adige in collaborazione con la Provincia...

Leggi
Giovedì, 07 Settembre 2017

Trentino Comunità n.34

Assegno unico provinciale: si parte dal 1 gennaio 2018 - Giornata dell'Autonomia: in Sala Depero la cerimonia ufficiale - Bisogni educativi speciali: in arrivo ulteriori risorse - "Fisicittà": Trento si prepara all'incontro con la fisica

Ascolta
Giovedì, 20 Aprile 2017

Trentino Comunità n.14

Politiche di conciliazione famiglia-lavoro: firmato l'accordo volontario di area - Contributi per la riqualificazione energetica: attivo il nuovo bando - Frutticoltura, tre milioni per le strutture di conservazione - Spirale investe nello stabilimento di Cinte Tesino: 35 nuove assunzioni

Ascolta
Venerdì, 15 Gennaio 2016

Trentino Comunità n.3

In arrivo risorse per rafforzare il sistema duale e la formazione professionale - A22: firmato l’accordo per il rinnovo della concessione - Malgara: la Provincia in aiuto ai dipendenti che da mesi non percepiscono lo stipendio - Educa 2016: libertà e regole il tema della VII...

Ascolta