Tutti i comunicati stampa http://www.ufficiostampa.provincia.tn.it it-IT Tue, 28 Mar 2017 19:21:02 +0000 eZ Components Feed dev (http://ezcomponents.org/docs/tutorials/Feed) http://www.rssboard.org/rss-specification Welfare aziendale: siglato accordo negoziale con la società Mediaclinics Italia http://www.ufficiostampa.provincia.tn.it/Comunicati/Welfare-aziendale-siglato-accordo-negoziale-con-la-societa-Mediaclinics-Italia Welfare aziendale, ovvero promozione del benessere dei lavoratori dentro e fuori l'azienda in campi come lo stress, il sonno, il bilanciamento alimentazione-attività fisica: questo l'argomento al centro dell'accordo negoziale siglato questo pomeriggio presso l'assessorato allo sviluppo economico fra l'azienda Mediaclinics Italia srl, start up nata nel 2015, diretta Mario Fumagalli , la Provincia autonoma e le parti sindacali. Cuore dell'intesa la realizzazione di sistemi software e hardware, a seguito di un'attività di ricerca che vedrà coinvolta anche Fbk, che verranno prodotto in Trentino. Il progetto, ribattezzato “EHP – Employee Health Package”, partirà 1° aprile 2017. Il finanziamento riconosciuto ammissibile è pari a euro 902.371,00 cui corrisponde un contributo provinciale di euro 648.845,50; Partner della Mediaclinics sarà la Fondazione Bruno Kessler di Povo, L'azienda si è impegnata a raggiungere le 11 unità lavorative entro la fine del 2019. "Ci muoviamo su un terreno relativamente nuovo - ha detto il vicepresidente e assessore allo sviluppo economico e lavoro Alessandro Olivi - ma è bene farlo, tantopiù all'interno di una cornice come questa, che coinvolge sindacati e rappresentanze dei lavoratori". uxadmin@infotn.it (Marco Pontoni) 1516cfab59f0bd7a2536bbb4692a8ee4 Tue, 28 Mar 2017 15:15:35 +0000 <p class=" text-center">&nbsp;</p><p>La Mediaclinics Italia si è costituita per &nbsp;operare in ambito medicale, in particolari nel campo, &quot;di frontiera&quot;, della gestione tramite terminali mobili di sensori biomedici indossabili. Il&nbsp;progetto per il quale è stato raggiunto l'accordo negoziale siglato oggi si inserisce nel contesto dello sviluppo di un set di soluzioni hardware e software pensate per fornire una serie di servizi rivolti ai dipendenti di aziende pubbliche e private, per favorire una maggiore consapevolezza di alcuni dei propri parametri biofisici e l’adozione di stili di vita salutari. In particolare il progetto prevede lo sviluppo di tre specifici pacchetti che saranno commercializzati dalla società, riguardanti l’analisi e il monitoraggio dello stile di vita; il monitoraggio e il miglioramento della qualità del sonno; la valutazione e la gestione dello stress.</p><p>Oltre ai vincoli occupazionali già citati, l'azienda si è impegnata a&nbsp;definire, in accordo con il Dipartimento della Conoscenza, un piano di attivazione di iniziative di alternanza scuola-lavoro che coinvolga almeno 5 giovani nel triennio 2017–2019.&nbsp;</p><p>Mediaclinics Italia effettuerà la sperimentazione sul campo delle tecnologie che scaturiranno dalla sua collaborazione con la Fondazione Bruno Kessler in &nbsp;contesti operativi reali e assicurando la loro integrazione con le piattaforme TreC, allineandosi con il Centro di Competenza sulla Sanità Digitale “TrentinoSalute 4.0”. Infine, quale ulteriore ricaduta sul territorio, vi è l'impegno ad effettuare, in collaborazione con il&nbsp;LaRe- Laboratorio Relazioni di Lavoro e Sindacali, attivo presso la società TSM-Trentino School of Management, un'attività specifica di&nbsp;diffusione/sensibilizzazione delle conoscenze trattate e acquisite nel corso dello svolgimento del progetto di ricerca, con particolare riferimento alla tematica dell’age management.</p> Indette le elezioni on line del Consiglio del Sistema Educativo provinciale http://www.ufficiostampa.provincia.tn.it/Comunicati/Indette-le-elezioni-on-line-del-Consiglio-del-Sistema-Educativo-provinciale Sono state indette le elezioni on line delle componenti elettive del Consiglio del Sistema Educativo provinciale, l’organo di partecipazione e di rappresentanza delle componenti della comunità scolastica. Docenti, dirigenti scolastici, personale amministrativo tecnico, ausiliario e assistenti educatori potranno depositare la propria candidatura dal 18 aprile al 2 maggio 2017, mentre lo svolgimento delle elezioni è stato fissato dal 16 al 31 maggio 2017. Le categorie interessate potranno esprimere il proprio voto esclusivamente con l’utilizzo di strumenti on line, ovvero mediante CPS (carta provinciale per i servizi sanitari) o SPID (Sistema pubblico di identità digitale). uxadmin@infotn.it (Arianna Tamburini) 64b5439ff92dfec674fb268068d962e2 Tue, 28 Mar 2017 13:42:40 +0000 <p>Si rinnoveranno nel prossimo mese di maggio i componenti del Consiglio del Sistema Educativo provinciale. Il Consiglio esprime parere sugli atti provinciali di indirizzo e di programmazione in materia di: autonomia delle istituzioni scolastiche e formative; &nbsp;offerta scolastica e formativa provinciale; servizi extrascolastici; &nbsp;innovazioni ordinamentali e &nbsp;valutazione dei risultati del sistema educativo provinciale; Piano provinciale per il sistema educativo e distribuzione dell’offerta formativa. Ad esso sono attribuite&nbsp; inoltre le seguenti competenze: svolge attività consultiva e di supporto su temi di competenza o sottopostigli dalla Provincia; promuove indagini conoscitive su settori specifici del sistema educativo provinciale; esprime pareri sui disegni di legge provinciale attinenti al sistema educativo provinciale.&nbsp;</p><p>13 saranno i membri elettivi, mentre 10 ulteriori membri saranno nominati dalla Giunta provinciale, dei quali 4 su designazione della consulta provinciale degli studenti, 5 su designazione della consulta provinciale dei genitori e 1 su designazione della componente mochena e cimbra della conferenza delle minoranze linguistiche.&nbsp;</p><p>Il procedimento elettorale si avvarrà di un sistema informativoattivo all’indirizzo del sito istituzionale del Consiglio (<a href="https://iovoto-csep.partecipa.tn.it/" title="Link a https://iovoto-csep.partecipa.tn.it" >https://iovoto-csep.partecipa.tn.it</a>).&nbsp;</p><p>Le fasi del procedimento elettorale sono le seguenti:</p><p><strong>dal 18 aprile al 2 maggio 2017</strong>: deposito delle candidature, presentazione dei candidati e dei loro programmi con l’utilizzo di strumenti on line;</p><p><strong>dal 16 al 31 maggio 2017</strong>: espressione del voto con l’utilizzo di strumenti on line;</p><p><strong>entro il 10 giugno 2017: </strong>proclamazione degli eletti.&nbsp;</p><p>Per approfondimenti in merito al Consiglio del Sistema Educativo provinciale e al procedimento elettorale, si può consultare il sito del consiglio all’indirizzo <a href="https://csep.provincia.tn.it/" title="Link a https://csep.provincia.tn.it" >https://csep.provincia.tn.it</a> o rivolgersi all’Ufficio supporto giuridico del sistema scolastico ed educativo provinciale (telefono. 0461 497250, e-mail: <a href="mailto:supporto.giuridico.scuola@provincia.tn.it" title="Link a supporto.giuridico.scuola@provincia.tn.it" >supporto.giuridico.scuola@provincia.tn.it</a>). (c.ze.)</p> Sulla Rai in prima serata “La corrispondenza” di Tornatore http://www.ufficiostampa.provincia.tn.it/Comunicati/Sulla-Rai-in-prima-serata-La-corrispondenza-di-Tornatore Andrà in onda venerdì 31 marzo su Rai 1 in prima serata, il lungometraggio girato da Giuseppe Tornatore "La corrispondenza", che ha visto alcuni ciak nel capoluogo e sul Monte Bondone grazie al supporto di Trentino Film Commission. Il film vede come protagonisti Jeremy Irons e Olga Kurylenko e si avvale della colonna sonora originale di Ennio Morricone (premio Oscar alla carriera), il cui sodalizio con Tornatore dura da oltre 25 anni. Le riprese, che si sono svolte fra Edimburgo, York, Piemonte e Trentino Alto Adige, hanno consentito un ottimo ritorno economico e di immagine per il territorio, vista la presenza in Trentino, durante la primavera 2015, di due premi Oscar, Irons e Tornatore. uxadmin@infotn.it (Arianna Tamburini) dc4f5dbc97dca05f1490e6955e4fb933 Tue, 28 Mar 2017 12:46:30 +0000 <p class=" text-justify">&quot;La corrispondenza&quot; è stato riconosciuto d'interesse culturale nazionale dal Ministero per i Beni e le Attività culturali e Turismo; si tratta di una produzione Paco Cinematografica con Rai Cinema, in associazione con UniCredit Leasing e Focchi spa e con il sostegno di BLS - Business Location Südtirol Alto Adige, Trentino Film Commission e Film Commission Torino Piemonte, Regione Lazio – Fondo regionale per il cinema e l’audiovisivo; il film è stato distribuito in Italia da 01 Distribution, mentre il venditore internazionale è Umedia International.</p><p class=" text-justify"><strong>Sinossi:</strong> Ed Phoerum, professore di astrofisica sessantenne, intrattiene una relazione extraconiugale con una sua ex studentessa fuori corso, Amy Ryan che impiega il tempo libero facendo la controfigura per la televisione e il cinema; la sua specialità sono le scene d'azione, le acrobazie cariche di suspence, le situazioni di pericolo. Li lega una corrispondenza amorosa costellata di sms, chat e chiacchierate via Skype. Un giorno Ed svanisce nel nulla. È fuggito? E allora come mai continua a inviarle messaggi? La ricerca della verità porterà Amy a compiere un viaggio in cui dovrà ritrovare prima di tutto se stessa. Vincitore del David Giovani 2016, l’opera del regista Giuseppe Tornatore riflette su una tematica molto attuale: il potere apparentemente incontrastabile delle nuove tecnologie informatiche sulle nostre relazioni sociali e sentimentali.</p><p><strong>Il trailer:</strong> <a href="https://www.youtube.com/watch?list=PLMQr6ytoVqY67X1nouTuP9UuqC2Xe7rd0&amp;v=b1iNx7d3uYE" title="Link a https://www.youtube.com/watch?list=PLMQr6ytoVqY67X1nouTuP9UuqC2Xe7rd0&amp;v=b1iNx7d3uYE" >https://www.youtube.com/watch?list=PLMQr6ytoVqY67X1nouTuP9UuqC2Xe7rd0&amp;v=b1iNx7d3uYE</a></p> "Mingong", un viaggio nel tempo sulle rotte migratorie cinesi http://www.ufficiostampa.provincia.tn.it/Comunicati/Mingong-un-viaggio-nel-tempo-sulle-rotte-migratorie-cinesi Martedì 28 marzo, alle 20.30, al CFSI – Centro per la Formazione alla Solidarietà Internazionale (Vicolo San Marco 1), nuovo appuntamento della rassegna “Avvicinamenti”, del 65. Trento Film Festival, con la proiezione del film Mingong (Italia/2016/52′), alla presenza del regista Davide Crudetti. Il film è stato realizzato nell’ambito del progetto “Il Villaggio e la Città, la Cina alle prese con sé stessa” vincitore del Bando Fuorirotta 2015, manifestazione ideata da Andrea Segre, Matteo Calore e Simone Falso, nuovo partner del 65. Trento Film Festival. uxadmin@infotn.it (Arianna Tamburini) 879b6d730aed9091cdf9b22af44918f6 Tue, 28 Mar 2017 09:28:05 +0000 <p class=" text-justify"> Cosa vuol dire andarsene? Lasciare gli amici, la famiglia, i figli appena nati, le montagne in cui sei cresciuto? Salire su un autobus, verso la grande città. Vivere in cinque in una stanza, uguale a migliaia di altre stanze. Cosa vuol dire tornare? Vedere un villaggio di anziani che invecchia correre dietro a un futuro che non lascia spazi. Sostituire la tua casa di legno con una uguale ma di cemento. Ritrovare tutto e non riconoscere niente.<br /> <em>Mingong</em> cerca di rispondere a queste domande, attraverso un viaggio nel tempo, alla ricerca dei milioni di cinesi che dalle campagne dell’interno del paese si riversano nelle megalopoli costiere, come quella di Guangzhou, sperando di tornare un giorno ai loro villaggi.<br /> Il film è uno straordinario mosaico di facce che rivela una storia comune: il villaggio, la partenza, i soldi, i figli, il lavoro, la fatica e la nostalgia per la propria terra. Ma anche il sorriso e la consapevolezza che un giorno, nonostante tutto, si possa ritornare nei luoghi dove si è nati. Gli anziani del villaggio di Dimen, infatti, ne sono ancora convinti: “Non importa dove andrai, sempre tornerai al tuo villaggio natale, sempre tornerai a Dimen”.<br /> Variazione al programma della rassegna “Avvicinamenti”: a causa del cambio di data di uscita del film, indipendentemente dalla volontà del festival, la proiezione della pellicola<strong><em>&nbsp;La principessa e l’aquila</em> </strong>prevista per martedì 4 aprile, viene purtroppo annullata.<br />“Avvicinamenti” continua quindi<strong>&nbsp;martedì 11 aprile</strong> con <em><strong>Café Waldluft</strong></em>, uno dei film più amati del Trento Film Festival 2016, in programma al <strong>CFSI – Centro per la Formazione alla Solidarietà Internazionale</strong> (Vicolo San Marco 1) alle<strong>&nbsp;ore 20.30</strong>.</p> Rinnovare insieme le politiche giovanili: l’assessora Sara Ferrari incontra i territori http://www.ufficiostampa.provincia.tn.it/Comunicati/Rinnovare-insieme-le-politiche-giovanili-l-assessora-Sara-Ferrari-incontra-i-territori Rovereto, Comano Terme, Cavalese, Borgo Valsugana, Cles: questi i centri che ospiteranno il calendario di incontri dell’assessora alle politiche giovanili Sara Ferrari, partito lunedì a palazzo Geremia a Trento. A dieci anni dalla prima Legge provinciale sui giovani (5/2007), l’Agenzia per la famiglia, la natalità e le politiche giovanili ha organizzato sei appuntamenti con i territori. «Viviamo in un tempo in cui anche le condizioni di vita dei giovani cambiano di continuo e rapidamente. Dopo dieci anni di ottimi investimenti – sono le parole dell’assessora Ferrari – è necessario fermarsi, condividere quanto abbiamo realizzato e confrontarci per capire insieme come aggiornare i dispositivi messi in campo finora». Il prossimo appuntamento si terrà giovedì 30 marzo alle 17 all'Urban Center di Rovereto. uxadmin@infotn.it (Francesco Marcovecchio) Giovani, Politiche giovanili, Nuove generazioni, Piani Giovani 83a59c39fb59c3376c75d9de1f67b823 Tue, 28 Mar 2017 09:16:38 +0000 <p class=" text-justify"> In Italia e in Trentino diventare grandi è stato per decenni un percorso prevedibile, lineare e definito. Oggi non è più così e chi si occupa di politiche pubbliche rivolte ai giovani non può non chiedersi cosa serva davvero ai nostri ragazzi oggi; cosa si può fare per offrire loro reali opportunità; quali azioni attivare perché le nostre comunità siano per loro un luogo in cui possano crescere bene e far fruttare vocazioni e talenti.<br /> A dieci anni dalla prima legge provinciale sui giovani e in un tempo dinamico che richiede la capacità di presidiare repentini mutamenti demografici, economici, culturali insieme, amplificati da vincoli di sostenibilità sempre più stringenti e impattanti, diventa necessario innovare per trovare soluzioni a criticità che presentano configurazioni a tratti inedite. Istruzione, formazione, lavoro, volontariato, cittadinanza attiva, memoria, arte… moltissimi i settori già coinvolti nel sistema di dispositivi provinciali destinati ai giovani che sempre più devono collaborare per creare una filiera virtuosa dell’accompagnamento alla crescita e all'indipendenza delle nuove generazioni. E per rivedere l’impianto normativo e ripensare politiche, organismi, dinamiche di interazione tra soggetti e livelli diversi, è fondamentale interrogarsi e analizzare lo stato reale delle cose. <br />«Non si tratta di stravolgere gli investimenti fatti finora, che hanno dato ottimi risultati, anche grazie a figure-chiave come i referenti tecnici dei Piani Giovani – afferma l’assessora Ferrari - quanto piuttosto di sostenere aggiustamenti che tengano conto dei nuovi scenari. E per fare questo è necessario un confronto con i territori, perché ogni revisione parta da presupposti reali e condivisi». L’obiettivo è fare il punto sulle risorse (umane, di know how prima che economiche), dare spazio a idee e novità non per creare nuovi vincoli bensì per fare tutti insieme un passo in più. Ascoltare le comunità in cui i giovani vivono la loro quotidianità, dialogare con loro, osservare quanto si sta realizzando sui territori per capire che cosa è prioritario nel Trentino di oggi, un passaggio imprescindibile per favorire processi sempre più costruttivi. Nasce da qui l’idea di questo percorso che attraversa tutta la Provincia con l’obiettivo di rinvigorire opportunità e così facendo permettere ai nostri ragazzi di sprigionare la loro energia, capitale prezioso per loro stessi e per tutta la collettività.</p><p class=" text-justify">L’assessora Sara Ferrari sarà accompagnata dallo staff dell’Agenzia per la famiglia, la natalità e le politiche giovanili, a partire dal dirigente Luciano Malfer; gli incontri prevedono un programma comune:</p> <ul> <li>Introduzione</li> <li>A che punto siamo con le politiche giovanili: <ul> <li>I piani giovani</li> <li>L'alta formazione dei referenti tecnico-organizzativi</li> <li>I progetti promossi dall'incarico speciale per le politiche giovanili</li> </ul> </li> <li>Alcuni dati sulla condizione giovanile in provincia di Trento</li> <li>La nuova legge sui giovani: scenari futuri e piano di lavoro</li> <li>Confronto e dibattito</li> <li>Chiusura</li> </ul> <p>Il prossimo appuntamento sarà giovedì 30 marzo alle 17.00 all’Urban Center di Rovereto (Corso Rosmini 58).</p> Sociale, Tecnologia, Finanza: l’innovazione è una e una sola http://www.ufficiostampa.provincia.tn.it/Comunicati/Sociale-Tecnologia-Finanza-l-innovazione-e-una-e-una-sola Si parlerà di innovazione, imprenditorialità sociale e sviluppo sostenibile domani - mercoledì 29 marzo, alle ore 18 - al Muse di Trento, nel quartiere Albere, per un nuovo appuntamento del Caffè scientifico. Il relatore è il professor Mario Calderini, docente di Social Innovation al Politecnico di Milano e presidente del Comitato per la Ricerca e l’Innovazione della Provincia. Con lui dialogherà Luca Mattiucci, giornalista del Corriere della Sera. uxadmin@infotn.it (Francesco Marcovecchio) 32bbb7e2678dbe8f0801e39b388d9c38 Tue, 28 Mar 2017 09:14:37 +0000 <p class=" text-justify">In un periodo in cui si assiste alla persistente asimmetria nella distribuzione della ricchezza, all’arretramento delle politiche di welfare, insieme all’emergere di nuove grandi sfide sociali e alla disponibilità di nuove tecnologie e conoscenze per affrontarle, il sistema pubblico e il privato stanno cercando nuove forme di intervento capaci di combinare strutturalmente la generazione di valore sociale ed economico. Quali sono gli elementi fondamentali per creare il giusto ecosistema? Qual è il ruolo della finanza? Quali sono le sperimentazioni all’estero, e come si sta delineando la via italiana all’innovazione sociale? Come cambia la geografia dell’innovazione?</p><p class=" text-justify">Di questo si parlerà nell'incontro &quot;Sociale, Tecnologia, Finanza: l’innovazione è una e una sola&quot;, con il&nbsp;professor Mario Calderini.</p><p class=" text-justify"><strong>La cittadinanza è cordialmente invitata</strong></p> Difendersi dalle alluvioni: il convegno http://www.ufficiostampa.provincia.tn.it/Comunicati/Difendersi-dalle-alluvioni-il-convegno Giovedì 30 marzo dalle 9 alle 17 alle Gallerie di Piedicastello è in programma un convegno dedicato alla difesa dalle alluvioni organizzato dalla Fondazione Museo storico del Trentino e dal Servizio Bacini montani della Provincia autonoma di Trento. Introdurranno i lavori l'assessore provinciale Mauro Gilmozzi e il presidente della Fondazione Museo storico del Trentino Giorgio Postal. Il tema verrà affrontato sia da una prospettiva storica che in chiave attuale approfondendo le pratiche di gestione delle emergenze. Ingresso libero. uxadmin@infotn.it (Annalisa Campolongo) 7608af031add81d598c7cfaadd5447a4 Tue, 28 Mar 2017 08:38:59 +0000 <p class=" text-justify"> Saranno l'assessore provinciale Mauro Gilmozzi e il presidente della Fondazione Museo storico del Trentino Giorgio Postal ad introdurre ed aprire i lavori; durante la giornata seguiranno poi tre sessioni dedicate alle parole chiave ricordare, prevenire, gestire, in cui si alterneranno storici, ricercatori, esperti e tecnici del settore.<br />In occasione del convegno sarà anche presentato in anteprima il volume “Novembre 1966. Storia della difesa del territorio in Trentino” pubblicato dalla Fondazione Museo storico del Trentino con il Servizio Bacini montani della Provincia autonoma di Trento. Un testo – catalogo che ripercorre e approfondisce i contenuti dell'omonima mostra allestita nella Galleria Nera e visitabile fino al 3 settembre 2017.</p><p class=" text-justify">Di seguito il programma completo del convegno:</p><p> Ore 9.00<br /> Saluto e apertura dei lavori:<br /> Giorgio Postal, presidente della Fondazione Museo storico del Trentino<br />Mauro Gilmozzi, assessore alle infrastrutture e all’ambiente della Provincia autonoma di Trento</p><p> RICORDARE<br /> 1^ sessione ORE 9.30 – 11.00<br /> Modera Giorgio Postal, presidente della Fondazione Museo storico del Trentino<br /> Alessandro de Bertolini, Fondazione Museo storico del Trentino<br /> Il significato della ricerca storica<br /> Giovanni Dellantonio, Soprintendenza per i beni culturali della Provincia autonoma di Trento<br /> Con l’arte contro il pericolo delle acque: San Giovanni Nepomuceno in Trentino<br /> Claudio Geat, Consorzio Trentino di Bonifica<br /> Storia della bonifica della Valle dell'Adige. Dal 1800 a oggi<br /> Lorenzo Malpaga, Servizio Bacini montani della Provincia autonoma di Trento<br /> 1882/1966: alluvioni a confronto<br /> Angelo Longo, ricercatore e antropologo<br />Raccontare e ricordare l’alluvione del 1966. Disastro e vulnerabilità sociale a Primiero</p><p> PREVENIRE<br /> 2^ sessione ORE 11.00 – 12.30<br /> Modera Remo Tomasetti, già dirigente del Servizio Bacini montani della Provincia autonoma di Trento<br /> Roberto Coali, dirigente Servizio Bacini montani della Provincia autonoma di Trento<br /> Dichiarazione di consistenza delle opere di sistemazione idraulica e forestale in Trentino<br /> Mauro Zambotto, sostituto del dirigente del Servizio geologico della Provincia autonoma di Trento<br /> I dissesti idrogeologici nel territorio Trentino<br /> Prisca Giovannini, Servizio geologico della Provincia autonoma di Trento<br /> La gestione delle problematiche idrogeologiche in passato: il Monte Maruzzaldo della comunità di Borzago<br /> Gianfranco Zolin, Servizio pianificazione urbanistica della Comunità Alto Garda e Ledro<br />Insediamenti umani e alluvioni: una convivenza problematica</p><p> GESTIRE<br /> 3^ sessione ORE 14.00 – 15.30<br /> Modera Roberto Bertoldi, già responsabile della Protezione civile della Provincia autonoma di Trento<br /> Roberto Barbiero, Servizio Prevenzione Rischi della Provincia autonoma di Trento<br /> Il ruolo dei cambiamenti climatici negli eventi alluvionali<br /> Stefano Fait, Servizio Bacini montani della Provincia autonoma di Trento<br /> Prevenzione, protezione e preparazione: le carte del pericolo alluvionale<br /> Rocco Scolozzi, Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale, Università di Trento<br /> Comunicazione e anticipazione del rischio per una gestione condivisa<br /> Bruno Lorengo, direttore dell’Ufficio Dighe della Provincia autonoma di Trento<br /> La gestione delle emergenze<br /> Luigi Ranzato, fondatore di Psicologi per i Popoli<br />Psicologia dell’emergenza. Quando le emozioni dilagano</p><p>Dibattito e chiusura</p><p> <strong>In allegato:</strong><br /> Invito convegno<br />Presentazione mostra “Novembre 1966. Storia della difesa del territorio in Trentino”</p> Studi universitari, Ferrari presenta a Rovereto i piani di accumulo http://www.ufficiostampa.provincia.tn.it/Comunicati/Studi-universitari-Ferrari-presenta-a-Rovereto-i-piani-di-accumulo Quarto appuntamento, domani a Rovereto, del tour che l’assessora all’università e alle politiche giovanili, Sara Ferrari, sta dedicando alle famiglie trentine e ai piani di accumulo, ovvero i finanziamenti che la Provincia autonoma di Trento mette a disposizione per incentivare l’accesso alle facoltà universitarie e alla formazione post-diploma. Domani sarà la volta di Rovereto. L’incontro con la popolazione è alle ore 20 presso l’Istituto F. e G. Fontana in via del Teatro 4. uxadmin@infotn.it (Corrado Zanetti) 6f3809f358370dd0c823d5c0c8b008da Mon, 27 Mar 2017 16:55:35 +0000 <p> Con l’anno accademico 2017/2018 è stata introdotta la novità dei contributi per i Piani di accumulo. Gli<br /> studenti trentini - che si iscriveranno a percorsi di studi presso università, istituti universitari o istituti<br /> superiori di grado universitario e dell’Alta formazione professionale in tutto il territorio nazionale o all’estero<br /> - potranno beneficiare di un contributo a sostegno delle spese di studio. Il contributo è determinato in base ad<br /> un risparmio accumulato dalle famiglie negli anni di frequenza della scuola secondaria di secondo grado dei<br /> figli, proporzionato alla condizione economica familiare su base ISEE e al fatto se lo studente è in sede o<br /> fuori sede. In sostanza, alla famiglia viene chiesto un risparmio su più anni che, in base ai parametri fissati<br />(reddito e sede università) la Provincia integra fino ad arrivare, nei casi più favorevoli, al raddoppio.</p> Innovazione e ricerca per l'olio extra vergine di oliva dell'Alto Garda trentino http://www.ufficiostampa.provincia.tn.it/Comunicati/Innovazione-e-ricerca-per-l-olio-extra-vergine-di-oliva-dell-Alto-Garda-trentino Venerdì 31 marzo 2017, dalle ore 9 alle 13, presso il Centro Congressi di Riva del Garda sarà presentato l'avvio del progetto "Innovazione e Ricerca per l'Olio Extravergine dell'Alto Garda Trentino" realizzato da Agraria Riva del Garda in collaborazione con la Fondazione Edmund Mach di San Michele all'Adige e il patrocinio della Provincia autonoma di Trento. Interverranno accanto ai ricercatori e tecnici di San Michele, il presidente FEM, Andrea Segrè e il presidente di Agraria Riva del Garda, Giorgio Planchenstainer. Lo studio ha come obiettivo principale quello di far emergere le caratteristiche di unicità dell’olio extravergine di oliva prodotto dal binomio Casaliva e territorio dell’Alto Garda. uxadmin@infotn.it (Arianna Tamburini) olio mach 340f19c98730170738e7557486b57356 Mon, 27 Mar 2017 16:50:04 +0000 <p class=" text-justify">Oltre a cercare di sviluppare un innovativo processo di difesa, efficiente, sostenibile ed ecologico, per preservare l’oliva dall’attacco della mosca olearia, il progetto ha anche l’obiettivo di rafforzare la filiera di produzione dell’Olio Extravergine dell’Alto Garda, documentandone le caratteristiche identitarie e definendo standard di produzione di eccellenza al fine di aumentarne il valore commerciale e le possibilità di azioni innovative di marketing. </p><p class=" text-justify"> <strong>Programma</strong><br />Convegno: venerdì 31 marzo dalle ore 9.00 alle 13, presso il Centro Congressi di Riva del Garda</p><p class=" text-justify">Moderatore:&nbsp;</p> <ul> <li>Fulvio Mattivi – FEM e Università di Trento</li> </ul> <p class=" text-justify">Intervengono:</p> <ul> <li>Giorgio Planchenstainer - Presidente di Agraria Riva del Garda</li> <li>Andrea Segrè - Presidente FEM</li> <li>Stella Grando - FEM e Universtià di Trento - Identificazione dei genotipi di olivo che caratterizzano le produzioni dell’Alto Garda Trentino</li> <li>Franco Michelotti - FEM- La mosca delle olive in Trentino: passato e presente</li> <li>Gino Angeli - FEM - Protocollo di conduzione degli olivi con il minore impatto ambientale</li> <li>Evelyn Soini – FEM - Definizione di un protocollo di produzione per esaltare le caratteristiche nutrizionali e sensoriali dell’olio extra vergine di oliva di Casaliva prodotto nel Garda Trentino</li> <li>Federica Camin - FEM - Carta di identità isotopica dell’olio extravergine di oliva del Garda Trentino</li> </ul> <p class=" text-justify">Intervento conclusivo a cura di Antonio Boschetti, direttore responsabile de L'Informatore Agrario.</p><p class=" text-justify"><a href="http://www.agririva.it/D/281821/innovazione-e-ricerca-per-lolio-extra-vergine-di-oliva-dellalto-garda-trentino.php" title="Link a http://www.agririva.it/D/281821/innovazione-e-ricerca-per-lolio-extra-vergine-di-oliva-dellalto-garda-trentino.php" >http://www.agririva.it/D/281821/innovazione-e-ricerca-per-lolio-extra-vergine-di-oliva-dellalto-garda-trentino.php</a></p>