Riqualificazione dei centri storici

I contributi messi a disposizione della Provincia autonoma di Trento sono destinati ad edifici nei centri storici e, a partire dal 17 settembre 2018, anche nelle aree di insediamento o edifici destinati a residenza. 
L’obiettivo è di riqualificare, abbellire gli abitati Trentini, andando così a migliorare il patrimonio immobiliare. Ai contributi per il recupero delle facciate possono accedere soggetti privati e cooperative edilizie residenti in Italia. 
Saranno ammessi a contributo anche eventuali lavori sull'abitazione da destinare ad abitazione principale, solamente se connessi ad interventi per il recupero delle facciate. 
L’entità del contributo è variabile: 20% se si aderisce alle detrazioni fiscali statali e 40% se non si aderisce alle detrazioni statali. Nel calcolo del contributo, la Provincia terrà conto dell’indicatore Icef : 0,80 per le facciate esterne, 0,45 per eventuali lavori di ristrutturazione interna.  Sono ammesse le spese fatturate dal primo gennaio 2018. Tra le prescrizioni c’è l’obbligo di utilizzare materiali del territorio come legno e porfido. 
Le domande possono essere presentate dal 17 settembre 2018 al 31 dicembre 2018 e saranno esaminate in ordine cronologico fino ad esaurimento delle risorse disponibili che ammontano a 40 milioni di euro.

Nel caso in cui si presentasse domanda sia per anticipazione detrazioni fiscali, sia sul presente bando (bando recupero centri storici aperto anche per immobili in aree insediamento o edifici con destinazione residenziale) è necessario dichiarare tra gli allegati di aver intenzione / aver chiesto contributi per anticipazione fiscale.

 

COMUNICAZIONE AVVIO DEL PROCEDIMENTO

Ai sensi e per gli effetti di cui all'art. 25 della legge provinciale 30 novembre 1992 n. 23 si comunica l'avvio del procedimento per la concessione del contributo per la riqualificazione dei centri storici (normativa di riferimento legge provinciale 29 dicembre 2017, n. 18 - art. 41).
La struttura competente per l'adozione del provvedimento di concessione è il Servizio autonomie locali e il responsabile del procedimento è la dott.ssa Valeria Placidi in qualità di dirigente del Servizio preposto.
L'ufficio presso cui si possono avere informazioni è l'Ufficio Politiche della casa.
La concessione del contributo è stabilita con provvedimento del dirigente del Servizio Autonomie locali entro 90 giorni dalla presentazione della domanda.

GUIDA PER L'USO
Questa guida si compone di una serie di indicazioni al fine di predisporre la documentazione necessaria da allegare alla domanda di contribuzione.
Qualora dopo aver letto questa guida vi fosse la necessità di ulteriori chiarimenti si invita ad inoltrare il quesito all’indirizzo email recuperocentristorici@provincia.tn.it.

QUESITI E RISPOSTE RIGUARDANTI IL BANDO "RIQUALIFICAZIONE DEI CENTRI STORICI"

La documentazione si compone di una serie di domande e di relative risposte riguardanti il bando "Riqualificazione dei Centri Storici" e sarà aggiornata in relazione alle richieste di chiarimento che via via perverranno al Servizio autonomie locali. Qualora dopo aver letto questa guida vi fosse la necessità di ulteriori chiarimenti si invita ad inoltrare il quesito all’indirizzo email recuperocentristorici@provincia.tn.it

DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA PROVINCIALE

Delibera n° 515 del 29/3/2018 proposta da DALDOSS CARLO

Legge provinciale 29 dicembre 2017, n. 18 (legge di stabilità provinciale per il 2018), articolo 41. Piano straordinario 2018 per il recupero dei centri storici. Approvazione dei criteri e delle modalità di attuazione dell'articolo 41 della legge di stabilità provinciale 2018 per la concessione di contributi per il recupero dei centri storici e contestuale approvazione del bando.

MODULISTICA

Domanda di contributo per gli interventi previsti dal Piano straordinario sui centri storici

Allegato informativa privacy da sottoscrivere